5 motivi per andare a La Thuile

la thuile

Rutor

Quando si arriva a La Thuile, in Val d’Aosta, si è catturati dalla purezza della natura: grandi spazi, boschi, la catena del Monte Bianco con i suoi picchi che svettano da qualsiasi prospettiva e l’iconico massiccio del Rutor che, con il suo esteso ghiacciaio, sorveglia la vallata. Questa estate poi si aggiungono altri ottimi motivi per andarci, qui ne elenchiamo solo 5, ma ce ne sarebbero anche altri, da scoprire sul posto e condividere con gli amici.

Trekking

1. In questa località montana sono molti i percorsi di trekking, alcuni più conosciuti altri meno battuti ma tutti egualmente immersi negli ambienti puri e silenziosi di una montagna volutamente poco antropomorfizzata. Un’energia forte che diventa linfa per recuperare benessere psico-fisico.

La Thuile

Trekking

Per esempio un’escursione per la famiglia, da luglio a settembre, è al Giardino Botanico Alpino Chanousia, il più alto d’Europa. Si trova appena superato il colle del Piccolo San Bernardo. Nato nel 1897 grazie all’opera dell’abate Pierre Chanoux, rettore dell’ospizio dell’Ordine Mauriziano e appassionato studioso di storia, archeologia e botanica, oggi copre un’area di circa 10.000 mq con più di 1.000 specie di piante alpine provenienti da tutto il mondo.

Gli escursionisti più esperti in tre ore e mezzo possono invece affrontare il trekking La Cretaz – P.San Bernardo – Vallone del Breuil – Colle di Bassa Serra (2737 metri).
Si sale in auto lungo la SS 26 del Colle del Piccolo San Bernardo fino al curvone di La Crétaz. Finalmente si prosegue a piedi sul sentiero segnalato verso il Vallone del Breuil, si raggiunge le Crotte e da qui fino al Colle di Bassa Serra. Da qui è possibile collegarsi con Chavannes. Il tratto è attrezzato con catene.

Una escursione di difficoltà media è invece quella al Lago Verney- Lago Verney Superiore -Lago Tormotta (dai 2000 ai 2400 metri di altitudine) che dure 2 ore e 30. Si lascia l’auto al parcheggio del Lago di Verney, lo si costeggia e si cammina tra radure alpine e laghetti d’alta quota fino Lago Tormotta.

Progetti green

la thuile

Lago Verney

2. In un contesto dove lo sviluppo turistico è sempre più sostenibile e socialmente responsabile, il paese di La Thuile è stato annoverato da Legambiente tra i “Comuni Rinnovabili” al 100% grazie al mix di fonti rinnovabili: un impianto idroelettrico da 2,8 MW e un impianto eolico da 12 kW che, insieme, riescono a soddisfare e a superare il fabbisogno  degli abitanti. Sono aumentati i giorni del servizio navetta gratuito, inverno ed estate, per muoversi senza utilizzare l’automobile e quindi inquinare meno. Grazie alla collaborazione con CVA Energie, sono già presenti sul territorio alcune colonnine per la ricarica delle auto elettriche, con in programma altre nuove installazioni nel centro del paese, vicino alla partenza delle Funivie e anche in prossimità delle strade di accesso a La Thuile (colle San Carlo e Colle Piccolo San Bernardo).

Auto sì, ma elettrica

la thuile

Grotta delle fontine

3. Non solo: gli ospiti dell’Hotel Miramonti, grazie alla sua partecipazione al progetto Alpine Green Experience, possono ritirare un’auto elettrica a Torino per raggiungere la meta e continuare la vacanza con la scoperta di alcune eccellenze agricole e artigiane in modalità “eco” per tutta la sua esperienza vacanziera.

4. La Thuile ha rispetto per l’ambiente 

Il Comune aderisce all’iniziativa di Legambiente “Puliamo il mondo” per liberare dai rifiuti e dall’incuria i parchi, le strade, le piazze, i fiumi, i boschi. Inoltre, nel corso delle ore di scuola curriculari, sono previsti alcuni momenti dedicati alla sensibilizzazione degli studenti al rispetto dell’ambiente. Tra i futuri obiettivi il comune vuole di promuovere solo eventi plastic free.

Vacanza flessibile

5. Con la stagione estiva 2020, a La Thuile parte l’iniziativa #EnjoyLaThuile per una vacanza all’insegna della libertà e delle esperienze, la cui fruizione può essere gestita dal cliente in modo flessibile. Scegliendo la vacanza la si acquista oggi e la si sfrutta quando si vuole. Appena effettuato il pagamento, si riceve un voucher da conservare ed esibire nel momento in cui si decide di accedere alle attività comprese nel pacchetto. Lo si può utilizare nella stagione estiva 2020 oppure, se previsto, sfruttarlo nel periodo invernale 2020/2021, con la flessibilità di poter posticipare la prenotazione laddove fosse necessario. Sul sito lathuile.it gli alberghi che hanno aderito all’iniziativa.

 

 

 

 

 

 

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente nel consiglio direttivo della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto