Un altro sguardo nella laguna di Venezia

laguna

“Finché almeno uno di noi continua a vogare, la vera Venezia non morirà”.

Chi di voi non è stato almeno una volta a Venezia? Che cosa vi ha colpito di più: i palazzi, le calli, i canali, le chiese… l’atmosfera carica di magia che si respira? Pensate di conoscerla davvero?

Walter Fano e l’Associazione Sportiva “L’Altra Venezia” vi portano a scoprire una Serenissima insolita, con tour alla ricerca di angoli nascosti e della vera venezianità. Tra questi, uno è particolarmente ecologico e a contatto con la natura.

L’Associazione, infatti, nasce con l’intento di promuovere e salvaguardare la voga veneta: per questo propone l’esperienza in laguna, per un massimo tre persone alla volta, su un’imbarcazione tipica veneziana, nel rispetto della tradizione (la voga) e della sostenibilità ambientale (la barca è elettrica e non inquina).

La partenza di questo magico tour è prevista dall’isola della Certosa, dove si sale su un’imbarcazione tipica veneziana, la sanpierota, dai bordi alti e molto stabile, sulla quale si apprendono i rudimenti della tecnica della voga veneta.

Poi si percorre il canale tra le isole della Certosa e le Vignole, circondati dal verde della lussureggiante vegetazione che le caratterizza.

Si arriva quindi in laguna aperta, dove si passa all’uso del motore elettrico e, seguendo le famose bricole – le strutture che indicano le vie d’acqua e che punteggiano la laguna – ci si dirige verso l’isola di Sant’Erasmo.

Da qui si giunge alla zona delle barene, immersi nella natura più tipica, dove tra gli altri si possono ammirare garzette e cormorani.

Si riprende quindi a remare, per godere, nella lentezza e nel silenzio, un panorama davvero speciale.

lagunaImparare la voga veneta è apprendere una tradizione millenaria, è vivere in prima persona quello che per secoli è stata la quotidianità per innumerevoli veneziani. È uno sport adatto a tutti, anche ai bambini sopra i 12 anni, ed è molto meno faticoso di quanto si pensi!

È un’emozione rara sentire la barca scivolare silenziosamente nell’acqua, mentre si prova l’ebbrezza di essere nocchieri che navigano nel fascino della laguna più incantevole al mondo!

Si può decidere anche di gettare l’ancora e fermarsi per gustare qualche cicchetto a bordo della barca, per prolungare il piacere di questi momenti di silenzio e natura.

Infine si torna indietro, verso il porto della Certosa, dove si può sostare al bar o presso l’ottimo ristorante.

voga veneta

Ma, per curiosità, vediamo che cosa scrivono di questa esperienza i viaggiatori che l’hanno vissuta:

“Walter è una guida che non solo ti racconta la storia della città, ma te ne fa innamorare ancora di più, facendoti scoprire aspetti non conosciuti e molto particolari. Passerete con lui momenti interessanti, divertenti ed emozionanti…” Ridinwithbilly C.

“Une visite hors des sentiers battus, loin de clichés et préjugés . Walter vit Venise et l’aime, sans pour autant manquer d’objectivité . 3 heures pendant lesquelles le temps s’arrête et à quelques pas des artères commerciales et des lieux bondés de touristes de masse, Walter nous fait découvrir et nous fait aimer cette “vraie ” Venise…” Lackpo, Lille, France

Queste sono alcune tra le lusinghiere testimonianze: non viene voglia anche a voi di sperimentare “L’Altra Venezia”?

Info:

Associazione Sportiva L’Altra Venezia

[email protected]

veneziavive.me/associazione-sportiva-l-altra-venezia

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Veneto, VOGA e FASIOI – DIARIO PERSONALE - […] proposti ai viaggiatori dall’Associazione Sportiva L’Altra Venezia, l’articolo sul turismo eco-sostenibile alla laguna della Serenissima suggerisce di visitare le località remando, “per…

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto