Anima bianca: la neve nell’Ottocento

anima bianca

de-nittis-g-la-lezione-di-pattinaggio-olio-su-tela

Anima bianca: la neve nell’Ottocento

È arrivata la neve. Un bellissimo e affascinate viaggio attraverso paesaggi italiani innevati. Dalle campagne lombarde ai vertici dei monti fino ad arrivare in cima ai ghiacciai. Tutto in una stanza, quella della Galleria GAM Manzoni di Milano che ospita le “Nevicate” più magiche dell’Ottocento. Qui la neve vive nei 25 quadri dei maestri della pittura italiana esposti alla mostra Anima bianca. La neve da De Nittis a Morbelli, aperta fino al 19 febbraio 2017 e curata da Francesco Luigi Maspes e Enzo Savoia, con un contributo critico di Elisabetta Chiodini.

Artisti quali Giovanni Segantini, Emilio Longoni, Giovanni Boldini, Giuseppe De Nittis, Carlo Fornara, Gerolamo Induno, Angelo Morbelli, Telemaco Signorini e altri affrontano le suggestioni di un tema particolarmente caro agli Impressionisti.

La neve è l’elemento unificante di un racconto che si estende dal paesaggio rurale alla grande città: dalla nevicata raffigurata nel dipinto di Gerolamo Induno Pescarenico sotto la neve, in cui il borgo è raffigurato dopo una nevicata mentre un pallido sole illumina e scalda i suoi tetti bianchi, alla Nevicata sui Navigli di Giovanni Segantini. Si passa poi a una pittura di genere che indugia maggiormente sulle figure, romantiche e insieme eroiche, di contadine e pastori, attraverso le tele di Stefano Bruzzi, Telemaco Signorini, Niccolò Cannici.

Le 25 opere presenti nella mostra Anima bianca sono suddivise in sezioni tematiche e ci presentano le tre principali scuole di pittura presenti in Italia nell’800: la scuola napoletana, con De Nittis, pittore pugliese che divenne amico a Parigi degli Impressionisti, la scuola tosco-emiliana con Telemaco Signorini e Bruzzi e la scuola lombarda con Induno, Fornara, Morbelli, Segantini, Inganni.

anima bianca

fornara-c-laquilone-olio-su-tela

Tra le opere esposte sono il dipinto di De Nittis Lezione di pattinaggio, dove è raffigurata una pista ghiacciata su cui due ragazze (che ricordano le donne dipinte da Degas) si muovono come ballerine e, meno realistico e più simbolico, la tela di Carlo Fornara L’Aquilone, esposto a Milano per la prima volta dopo oltre un secolo in cui il bianco della neve e il rosso del crepuscolo diventano complementari e simbolo di un superamento del dato realistico.

La neve è anche il soggetto utilizzato da alcuni pittori per rappresentare la Natura “scenografica e matrona” come testimoniano i quadri di Emilio Longoni Il Ghiacciaio e di Filippo Carcano Il ghiacciaio di Cambrena e i paesaggi innevati di Angelo Morbelli.

I dipinti sono accompagnati alle pareti con versi di Pessoa, Pedro Salinas, Pamuk nei quali viene espressa la magia della neve.

anima bianca

induno-g-pescarenico-dinverno-olio-su-tela

Intesa come ideale continuazione della mostra Gli Impressionisti e la neve del 2004 alla GAM di Torino, l’esposizione Anima bianca è sviluppata secondo un criterio tematico e non certo cronologico, né per scuole, né a livello geografico.

In un contenitore accogliente ci si sente come nel salotto di casa propria, ma circondati da preziose opere d’arte che la galleria GAM Manzoni ha raccolto per il suo pubblico.

Anima Bianca. La neve da De Nittis a Morbelli

GAM Manzoni Via Manzoni 45, Milano

Dal 21 ottobre 2016 al 19 febbraio 2017

Orari da martedì alla domenica 10-13 e 15-19 (ultimo accesso 18.30)

Aperture straordinarie

1 novembre, 7- 8 dicembre, 26 dicembre, 1 gennaio, 6 gennaio

Ingresso 6 €

Catalogo GAM Manzoni edizioni

Acquistalo direttamente qui:

Info

Tel. e Fax +39 02 62695107

[email protected]

gammanzoni.com

 

Author: Laura Barbara Esani

Laura Barbara Esani laureata in Filosofia presso l’Università Statale di Milano. Giornalista pubblicista ho lavorato per diverse case editrici tra cui Giorgio Mondadori, Rizzoli e Hachette Rusconi. Ho frequentato il corso di scrittura creativa tenuto da Giuseppe Pontiggia. Redattrice e scrittrice, nasco a Milano nel 1966 dove vivo. Scrivere è la mia grande passione, leggere è ciò che riempie la mia anima e raccontare è il mio modo per descrivere il mondo attraverso le mie storie. Sono uno spirito libero come Matisse, il mio adorato husky che mi accompagna nei viaggi alla scoperta di città, paesi, montagne e mari.

Share This Post On

Trackbacks/Pingbacks

  1. Anima bianca: la neve nell'Ottocento | ecoturis... - […] de-nittis-g-la-lezione-di-pattinaggio-olio-su-tela È arrivata la neve. Un bellissimo e affascinate viaggio attraverso paesaggi italiani innevati. Dalle campagne  […]

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *