Bandirali: gelato e torrone artigianali al top

bandirali

Cremoso, ricco, nutriente. Fresco, delizioso, appagante. Sano, sfizioso e artigianale. Stiamo parlando del gelato di Bandirali, la gelateria nata nel 1951 a Crema, la città il cui nome già evoca la dolcezza.

La tradizione famigliare di produrre gelati iniziò quando nonna Anita offriva il gelato fatto in casa nella sua trattoria. Oggi la Gelateria Bandirali è arrivata alla terza generazione: nel 1991 il nipote di Anita, Mauro, acquisiva l’attività puntando sull’innovazione, pur rispettando la tradizione lasciata in eredità.

E, affiancato dalla moglie Lorena, ha conquistato parecchi riconoscimenti nel tempo: nel 2010 è stata giudicata la Miglior Gelateria d’Italia alla Mostra Internazionale del Gelato, nel 2011 L’Espresso Food&Wine definisce i suoi come I migliori gelati italiani. Segnalata sulle principali guide, dal Gambero Rosso a Golosario a L’Italia del Gelato, ha ricevuto il riconoscimento di “Lombardia Eccellenza Artigiana” nel 2013 e così via, un crescendo di approvazioni importanti.

Mauro Bandirali lavora in modo veramente artigianale ed è attento agli ingredienti tutti naturali: latte, panna, zucchero, uova e frutta sono selezionati e non sono aggiunti coloranti e conservanti. Utilizza latte fresco a Km zero proveniente da aziende scelte sulla base della qualità e della fiducia. Tutte le basi sono preparate “in casa”, non si usano semilavorati per avere unicità nel prodotto.

I componenti dei gelati sono in vista nel locale, i gusti sono ben conservati nelle vaschette senza superare la lama del freddo, il sapore è ben equilibrato tra zuccheri e grassi (certo, se si parla di gelato al torrone o alla Spongarda il dolce prevale), la consistenza è equilibrata.

L’accogliente sala da tè al piano inferiore del locale in via Piacenza 93 ci accoglie per la degustazione di gelati speciali con ingredienti tipici del territorio, non scontati e sconosciuti ai più.

Assaggiamo il Gelato col Salva Cremasco Dop, fatto col tipico formaggio, il Gelato al Tortello Cremasco con amaretti, cedro, grana padano, quello al Torrone Cremasco, dolce e croccante, e il Gelato alla Spongarda, il dolce caratteristico di Crema.

Non manca, nell’offerta della Gelateria Bandirali, il gelato vegano, per incontrare il gusto di chi non vuole mangiare cibi con origine animale, e il gelato senza lattosio, per le persone intolleranti al latte.

Ma non basta, c’è un’altra delizia. Una decina di anni fa Mauro iniziò a produrre il Torrone Cremasco artigianalmente, recuperando antiche ricette e selezionando con cura scrupolosa gli ingredienti. I panetti rotondi sono fatti con mandorle provenienti da un Presidio Slow Food della Puglia, albume di uova fresche, zucchero di canna e miele di acacia originario da apicoltori qualificati del territorio cremasco.

Come dice Mauro, “il torrone deve essere equilibrato, friabile e non attaccarsi ai denti”. E nel 2010 quello di Bandirali è stato riconosciuto da Gambero Rosso come il terzo miglior torrone italiano, nella categoria mandorlato.

Oltre al delizioso e storico locale, che vanta un piccolo e fresco giardino ricco di piante, Bandirali ha aperto a inizio anno, in via XX Settembre 58, un’elegante pasticceria con caffè dove, oltre al gelato, si trovano “bontà artigianali realizzate nel laboratorio visibile a tutti, anche dalla strada”, e ha un corner al centro commerciale Gran Rondò, sempre a Crema, che permette anche ai più frettolosi e indaffarati di assaporare questo gelato!

Gelateria Bandirali

Via Piacenza 93, Crema

Via XX Settembre 58, Crema

Centro Commerciale Gran Rondò, Crema

gelateriabandirali.it

 

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto