Nel cuore di Roma il nuovo Info-Point della forestale

Imparare a rispettare la natura, la flora e la fauna. Conoscere l’attività del Corpo forestale, diffondere le regole sul commercio delle specie protette e i rischi che si corrono se non si osservano le leggi. Sono questi gli obiettivi principali del nuovo Info-Point del Corpo della Forestale, una struttura aperta al pubblico e inaugurata a giugno all’interno del Bioparco di Roma che quest’anno festeggia il suo secolo di attività.

info-point della forestale

Il nuovo punto informativo nasce grazie alla collaborazione tra il Corpo Forestale, il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare e i collaboratori del Bioparco, che si prendono cura degli animali sequestrati, provenienti dal traffico illegale, per garantire la loro sopravvivenza e il loro eventuale inserimento in programmi di conservazione della specie in cattività.

“Un’iniziativa – hanno spiegato i responsabili del progetto – che avvicina le istituzioni ai cittadini e al tempo stesso suggella la sinergia tra i diversi enti. In un periodo di forte crisi e di continue querelle politiche, è importante vedere come nel piccolo ci siano esempi di dialogo istituzionale all’insegna della tutela ambientale e della sostenibilità: lavorare uniti per obiettivi comuni”.

L’Info-Point è attivo ad aprile, maggio, giugno e ottobre ed è presidiato da personale forestale mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle 10 alle 17.

Viaggio virtuale all’insegna dell’educazione ambientale

All’interno della struttura, realizzata con semplici travi di legno ricoperte da ampie tende bianche, si possono trovare monitor multimediali touch screen, attraverso i quali si potrà navigare e accedere alle info-news ritenute più interessanti. I bambini, invece, possono cimentarsi in videogiochi che hanno come tema la conoscenza della natura e i comportamenti corretti da assumere nei confronti dell’ambiente circostante.

Questo progetto vuole avvicinare i cittadini alle tematiche ambientali aprendo al tempo stesso una riflessione. I visitatori potranno, infatti, vedere video e immagini di animali e vegetali in via di estinzione e avere informazioni per eventuali acquisti di esemplari di specie tutelate dalla CITES, la convenzione di Washington sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora minacciate di estinzione, attualmente applicata da 177 stati e in vigore in Italia dal 1980.
Nonostante i buoni risultati ottenuti, esiste ancora un fiorente mercato clandestino di articoli e prodotti derivati da specie animali e vegetali stimato in oltre 10 miliardi di euro l’anno.

L’attività operativa del servizio CITES del Corpo Forestale

Ma la battaglia contro questo traffico illegale continua, grazie al lavoro del servizio CITES del Corpo forestale dello Stato, che opera sul territorio nazionale e negli ambiti doganali per assicurare i necessari controlli per l’applicazione della convenzione di Washington.
Inoltre cura il rilascio delle prescritte certificazioni, supportando il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare nelle attività di gestione e attuazione della convenzione.

Le regioni italiane in cui si sono avuti i maggiori controlli sono la Toscana (12.822) e la Lombardia (7.361), per la presenza di diverse aziende manifatturiere e di lavorazione di tali prodotti e il maggior transito di specie protette negli scali doganali.

Nel 2010 il servizio CITES ha sequestrato 1.345 animali vivi, 146 animali morti o parti di essi, 28.332 prodotti derivati da animali e 18.007 manufatti di pellame. Rispetto all’anno precedente si è avuto un aumento del 43% dei sequestri di animali vivi, del 90% dei sequestri di prodotti derivati da animali e del 93% dei sequestri di manufatti di pellame. Il valore complessivo delle specie sequestrate nel corso del 2010 si aggira intorno ai due milioni e 950mila euro.

LuisaCalderaro@gmail.com'

Author: Luisa Calderaro

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto