Bosco libera tutti

 

bosco

Credit: Alfi

Sembra facile, ma non lo è (affatto). Lasciare andare i pensieri è assai difficile in quanto non si fa con la mente ma con il corpo, e a questo non siamo proprio abituati nella nostra società improntata a una frenetica quotidianità e all’abitudine al controllo. Si tratta, al contrario, di abbandonare il controllo per stare meglio. Facile a dirsi. Per quanto tempo la vostra attenzione riesce a restare nel presente? Quanto a lungo potete rimanere in silenzio se non siete da soli? Riuscite a sentire ogni singola parte del vostro corpo? Lasciate andare i pensieri come le nuvole che passano e vanno. Ne arriveranno altri, lasciateli andare, di nuovo e ancora. Se non ci riuscite, non preoccupatevi, abbandonarsi non è facile, ma se non potete spegnere i pensieri, cominciate almeno dai cellulari.

La guida naturalistica che accompagna piccoli gruppi nel percorso del cosiddetto “bagno nel bosco“, in Val d’Ega presso Bolzano e in altre località altoatesine, lo pretende, il potere terapeutico della natura è grande, ma bisogna agevolarlo. Se camminare nei boschi è già un toccasana, il percorso di rilassamento guidato è molto di più: la guida vi accompagna passo per passo, quasi per mano e vi conduce attraverso piccoli esercizi sensoriali e di respirazione a lasciarvi andare per ritrovare il vostro equilibrio interiore.

L’idea del “bagno nel bosco” viene dal Giappone, dove si chiama Shinrin Yoku, ha origine una trentina di anni fa quando il governo giapponese l’aveva promosso per stimolare la popolazione a ritrovare il legame con la natura e oggi ci sono foreste destinate a questa pratica con tanto di esperti formati per diffonderla.

bosco

Credit: Alex Filz

Il Bagno nel bosco con la guida dura almeno quarantacinque minuti, ma può arrivare fino a novanta o più, l’essenziale è concedersi tempo a sufficienza e usare tutti i sensi grazie a esercizi appositamente preparati. Identificare un albero che vi corrisponda, raccogliere oggetti vegetali che emanino un forte aroma, ritrovare a occhi chiusi un ricordo dell’infanzia particolarmente felice, astenersi dal parlare pure se in gruppo per un tempo di assoluta quiete e imparare a respirare già che è proprio la respirazione la strada maestra per restare concentrati sul corpo (e quindi sul presente).

Il Bagno nel bosco prevede esercizi di respirazione per respirare in modo consapevole. La respirazione addominale, con l’aiuto del diaframma, porta a inspirare lentamente con il naso in maniera naturale ed espirare energicamente: l’attenzione si sposta dai pensieri della mente alla respirazione dando il via a un rilassamento profondo.

bosco

Credit: Alfi

Se non avete sperimentato la molto in auge Mindfullness, una pratica che se diviene quotidiana cambia la vita, questa sorta di terapia del bosco è un assaggio in quella direzione tanto necessaria nel nostro tempo. La qualità dell’aria, le condizioni di luce del bosco, la lentezza dei movimenti che acuiscono le sensazioni portano a prestare attenzione a ogni singolo istante restando ancorati al presente.

Al ritorno in albergo il relax continua tra saune e bagno turco, bagno nella piscina a sfioro con vista dei boschi e letto di fieno su cui riposare, tisane e cocktail a base di succo di sambuco, menta e zenzero. Proposte quotidiane di gettate al pino cembro, gettata di ghiaccio e peeling nelle saune, rituale dell’acqua, rituale dell’equilibrio, attività sportive a partire dal risveglio muscolare alla mattina, barefooting, la camminata a piedi scalzi su terreni bagnati di rugiada, escursioni guidate alle malghe o alla scoperta delle erbe di montagna, tour accompagnati in bicicletta elettrica, trattamenti benessere con prodotti naturali altoatesini, una cucina saporita e leggera, grande attenzione alla sostenibilità, e il paesaggio alpino: tutto concorre a raggiungere un sano equilibrio fisico e mentale bilanciando attività e riposo. Non è scontato, ma imboccare la strada del benessere (interiore oltre che fisico), vale la pena.

Informazioni pratiche

Hotel Pfoesl

pfoesl.it

Wanderhotel Europa

wanderhoteleuropa.it

Hotel Golserhof

golserhof.it

Gli alberghi segnalati appartengono al consorzio altoatesino Vitalpina (vitalpina.info ) e condividono una filosofia che vede la natura come fonte di energia, ha a cuore la sostenibilità, promuove l’attività escursionistica (con albergatori che spesso guidano personalmente gli ospiti nelle escursioni), il benessere e l’alimentazione naturali.

FrancescaPiana@ecoturismonline.it'

Author: Francesca Piana

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto