Capra e Cavoli – Lombardia

Capra e cavoli

Capra-e-Cavoli-broccoli-e-verze-ph-Monica-Vinella

A Isola, il quartiere di Milano ricco di locali e ristoranti, dove le vecchie forme della città incontrano e si scontrano con la novità delle vetrate e degli alti grattacieli contemporanei, si nasconde Capra e Cavoli: un giardino, ma al chiuso, un angolo verde e accogliente che ricrea l’atmosfera bohémienne delle feste d’estate.

Il cibo dell’anima

Food&Relax maison, loft giardino concepito come vero e proprio paesaggio urbano e gastronomico. È così che lo concepisce Barbara Clementina Ferrario, proprietaria del locale. Trasferitasi a Milano da Varese, decide di trasformare il ritrovo di creativi di via Pastrengo 18 in un ambiente di serenità, informale e rilassante dove ritrovare la propria pace interiore assaporando un piatto prelibato e ascoltando della buona musica in sottofondo: sempre circondati dal verde.

Barbara in compagnia dello Chef Luca Giovanni Pappalardo crea il menù “Bianco e Nero”, che offre piatti dal sapore mediterraneo che evocano “sensazioni delicate, romantiche, forte e passionali. Come in fondo è la vita”.

Per lo Chef Luca “ogni piatto racconta una storia, una storia che va raccontata”. E, infatti, sfogliando il menù si passa dal carcio-fiore, alla frittura in scultura di verdure croccanti, dalla burrata su crema di verdure con tartufo di mare, alla carbonara vegetariana o agli spaghetti di soia al salmone con carote, zenzero e porri con salsa teriaki e sesamo nero… immagini di piatti che si susseguono nella mente come racconti, fatti dai sapori, dai colori e dai valori della buona dieta mediterranea.

La cucina di Capra e Cavoli, infatti, non è solo creativa, ma anche biologica e di qualità, rispecchia la stagionalità degli ingredienti e la loro reperibilità nell’ambiente, la freschezza delle verdure e il rispetto dei metodi di cottura.

Anche i condimenti sono tutti bio e naturali, perché, come tengono a sottolineare Barbara e Luca, “Siamo ciò che mangiamo”, e noi condividiamo la filosofia della loro cucina, che nasce come vegetariana ma offre anche prodotti organici di carne e pesce, come la cotoletta ripensata, sua maestà il tonno e il polpo croccante.

Tra i piatti consigliati merita ricordare anche il cono di riso nero con crema di zucca e liquirizia, gli gnocchi alla lavanda e la millefoglie di verdure e sfoglia fresca.

La qualità degli ingredienti e la loro freschezza inizia dalle farine con cui quotidianamente viene realizzato il pane, rendendolo così fresco e unico. Si tratta sempre di ricette gustose e leggere, che vanno gustate e assaporate, per poi essere ricordate e raccontate.

Calore e accoglienza

capra e cavoli

spazio-capra-e-cavoli

A rendere il tutto ancora più speciale è l’arredo, un misto tra rustico e chic, molto curato nei dettagli, moderno e variegato. Il locale si dispone in un’unica stanza con cucina a vista. Le sedie in legno sono decorate a pastello e arricchite di cuscini colorati, o ricoperte di stoffe leggere e floreali; i tavoli in legno si alternano ad altri in marmo bianco più piccoli, tondi o quadrati; gli ombrelloni sono aperti e ricreano l’atmosfera festosa di un giardino estivo e soleggiato.

Entrando si percepisce il calore e l’accoglienza del locale, ricco di piante e fiori. Suggestiva è anche l’atmosfera serale quando si accendono le candele ricreando l’atmosfera dei giardini estivi e delle feste bohémienne.

capra e cavoli

Da non dimenticare il Brunch del sabato e della domenica mattina (dalle 11 alle 15), con un menù ricco fresco e innovativo, secondo la creatività dello chef.

Come conclude Luca, Capra e Cavoli “è una favola enigmatica a cui cerchiamo di dare un senso e lo facciamo attraverso i profumi, i sapori dei nostri piatti”.

Capra e Cavoli

Via Pastrengo 18, Milano

Tel. +39 02 87066093

Aperto da martedì a venerdì dalle 12:30 alle 15

da martedì a sabato dalle 18 alle 00

domenica dalle 11 alle 15

capraecavolimilano.it

Author: Marta Delpiano

Sono Marta, ho 25 anni e mi sono laureata a Milano in mediazione linguistica. Dopo due anni trascorsi tra la Spagna e l'Inghilterra per concludere i miei studi, sono rientrata alla base per apprezzare e condividere alcune delle bellezze naturali italiane. Amo l'arte, scrivere e viaggiare. Sono cose che mi fanno sentire bene, con cui mi sento a mio agio e a cui vorrei dedicarmi no-stop. Mi piacciono le cose semplici, stare a contatto con la natura e fare lunghe passeggiare nei boschi, magari quelli vicino a casa, nel Biellese dove sono nata: libera la mente, ossigena i pensieri e mi rappacifica con il mondo. Non rinuncerei mai ad un quadretto di cioccolata amara.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto