Matera, antica città dei Sassi – Basilicata

Modello di sviluppo sostenibile

matera

eng

Non riesco a immagine un week end più eco-sostenibile di quello che ho trascorso a Matera, splendido nucleo storico della Basilicata, al confine con la Puglia, dichiarato patrimonio dell’Umanità dall’Unesco e capitale europea della cultura 2019.

La cittadina si presenta ai turisti come una gemma di rara bellezza inserita nel Parco della Murgia, in quel magnifico paesaggio naturale scavato dal fiume Gravina fino a creare un canyon di grande fascino.

I “Sassi”, le tristemente note case scavate nel tufo, definite vergogna nazionale da De Gasperi nel ’52, formano insieme al Parco della Murgia uno scenario di grande impatto e costituiscono oggi un vanto per materani e i tanti italiani che decidono di visitare questa città del tutto unica nel suo genere.

Camminare fra i Sassi, oppure visitare a piedi o in mountainbike la Murgia, è un po’ come far tornare indietro le lancette del tempo e immergersi in una dimensione spazio temporale del tutto insolita.

Matera è storia, natura, civiltà alle sue origini, e di questo bisogna ringraziare i suoi abitanti, le amministrazioni e le associazioni culturali che si sono impegnate nel corso del dopoguerra a preservare e valorizzare un patrimonio immenso, senza scadere nel turismo di massa, senza rendere la destinazione troppo commerciale, svendere l’anima e dimenticare il proprio passato.

Matera potrebbe essere l’emblema di un modello di sviluppo sostenibile e rispettoso della propria storia, come promuovono l’Associazione la Scaletta e la Fondazione Zetema, quest’ultima presieduta dall’avvocato Raffaello de Ruggieri, a cui va riconosciuto il merito, fra i tanti, della valorizzazione dell’affascinante Cripta del Peccato Originale, a circa 14 km dalla cittadina.

Trekking e buon gusto fra i Sassi

A chi volesse visitare “la città affascinante e senza tempo”, suggeriamo un itinerario insolito che parte dal Parco della Murgia per poi arrivare, con un facile trekking di 40 minuti circa, ai Sassi.

Raggiungete il Parco della Murgia con una delle molte navette disponibili a Matera e fatevi lasciare al Centro di Educazione ambientale Mario Tommaselli.

Il personale del centro, cortese e disponibile, vi consentirà di noleggiare bici oppure vi fornirà indicazioni e cartine su possibili percorsi escursionistici nell’area. Presso il Centro potrete inoltre degustare e acquistare prodotti tipici locali e biologici, fra cui il caciocavallo.

Da qui scendete, con un adeguato abbigliamento da trekking, verso il fiume Gravina, seguendo lo stretto sentiero fra prati e rocce. Cominciate quindi la salita verso la “civiltà dei sassi”. Ammirerete Matera dal basso, il suo presepe di case-grotta scavate nel tufo, la straordinaria architettura e il sistema di cisterne per la raccolta delle acque piovane.

Se sentite un certo languorino, vi consigliamo una sosta bio al punto vendita e degustazione Panecotto, nei pressi di piazza S. Pietro Caveoso.

Qui potrete pranzare, prendere un aperitivo o semplicemente degustare i buoni prodotti biologico locali, fra cui i salumi, i formaggi, il pane di Matera, vini e olio bio, insieme ai deliziosi peperoni cruschi. Il locale è naturalmente scavato nella roccia di tufo, e vi regalerà un’atmosfera ricca di sensazioni piacevoli.

Per una buona cena potreste prenotare al ristorante San Pietro Barisano, nel rione del sasso barisano, vicino alla bellissima Casa Cava, oggi location per spettacoli teatrali e concerti.

Il ristorante è molto curato, sia nell’arredamento sia nel servizio e nella cucina ovviamente, che comprende piatti tipici e genuini, rigorosamente a Km zero, tra cui spadroneggiano le cime di rapa e il buon pane di Matera.

E quando cala la notte, quale migliore occasione per “vivere” Matera se non dormire nei Sassi?

Eccovi un suggerimento per un’esperienza indimenticabile. Alla Corte San Pietro, in via Bruno Buozzi, potete albergare in un ambiente al tempo stesso raffinato e primitivo, ammirando le cisterne sotterranee e la struttura storica messa a nudo, con la trama delle murature in tufo, segnate da nicchie, antiche aperture e ampie volte.

Potrete scegliere fra camere e suites ricavate nelle grotte dei sassi di Matera, un’esperienza magica.

http://www.comune.matera.it

www.panecotto.it

www.ristorantesanpietrobarisano.com

www.cortesanpietro.it

DeboraBergaglio@ecoturismonline.it'

Author: Debora Bergaglio

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto