Chamois e La Magdeleine – Valle d’Aosta Share on linkedin

Paradiso in quota

lago lod chamois

 

Due località da fiaba incastonate ai piedi del Cervino, in uno scenario alpino unico. Due piccoli villaggi che insieme contano poco più di 200 abitanti, disseminati nelle frazioni sui fianchi soleggiati della montagna e al riparo dai venti. Due gioielli di architettura rurale valdostana che hanno saputo resistere alle tentazioni del turismo di massa e si offrono oggi ai visitatori come oasi incontaminate dove immergersi nei ritmi della natura e delle tradizioni.

I comuni di Chamois e La Magdeleine sorgono nel cuore della Valtournenche, che dalla Valle d’Aosta si inoltra a nord fino alle pendici dei massicci che segnano il confine svizzero. Idealmente lontanissimi dal caos delle città e dal viavai delle mete turistiche più frequentate, sono al tempo stesso facili da raggiungere (due ore e mezza da Milano, due ore da Torino), anche grazie agli ottimi collegamenti con i mezzi pubblici nazionali e locali.

Chamois è il comune più alto della Valle d’Aosta e anche l’unico comune montano d’Italia interamente chiuso al traffico automobilistico. Da più di 40 anni, grazie a una coraggiosa decisione dell’amministrazione comunale, il paese è raggiungibile solo con una moderna e veloce funivia che effettua servizio ogni mezz’ora dalla sottostante Buisson. L’assenza di automobili conferisce alle vie del paese un sapore incontaminato d’altri tempi, dove si ritrovano i suoni della natura e del lavoro umano e si respira a pieni polmoni l’aria profumata e sottile dei monti.

A Chamois il mezzo migliore per spostarsi, oltre ai propri piedi, è la bici. All’ingresso del paese è possibile noleggiare delle biciclette pubbliche, anche a pedalata assistita per affrontare più facilmente i pendii.

Il centro abitato, caratterizzato da vicoli e costruzioni in legno e pietra, ha saputo mantenere nel tempo il carattere tradizionale dell’architettura rurale con la presenza dei rascard, tipiche costruzioni realizzate con tronchi squadrati o scortecciati e incastrati a intaglio alle estremità, un tempo adibite alla conservazione dei cereali.

Il sentiero dei Mulini

Dal paese, a bordo di una comoda seggiovia o con circa 45 minuti di cammino lungo uno spettacolare sentiero panoramico, si raggiunge il Lago di Lod, affascinante specchio d’acqua circondato dai larici e attrezzato per picnic e grigliate.

Un sentiero in piano collega invece, in circa 30 minuti, Chamois alla vicina Magdeleine, antico e romantico comune d’alta quota di poco più di 100 abitanti. Qui, un tempo, sui pendii ben soleggiati del paese si coltivavano cereali che poi venivano macinati sul posto. Grazie al Sentiero dei Mulini, gli escursionisti hanno oggi la possibilità di rivivere quell’epoca visitando ben otto antichi mulini ristrutturati e assaggiando il gustosissimo pane di segale prodotto ancora oggi nei forni de paese.

Chamois e La Magdeleine fanno parte del consorzio internazionale Alpine Pearls, che certifica e promuove un’offerta turistica di qualità nel rispetto dell’ambiente e orientata a un uso responsabile dei trasporti e dell’energia. Proprio al tema della sostenibilità energetica è dedicata la passeggiata educativa «Energie in gioco» che collega i due paesi e che, attraverso sette installazioni di gioco e venti pannelli, spiega agli escursionisti  più giovani che cos’è l’energia, come la si può produrre in maniera pulita e come risparmiarla.

Per chi, oltre al relax, ama mantenersi in forma, le due Perle valdostane offrono innumerevoli possibilità di escursionismo estivo, con sentieri di ogni difficoltà che portano ai monti che fanno da corona al paesaggio. In inverno, efficientissimi impianti di risalita e di innevamento programmato consentono di praticare, in un paesaggio vasto e immacolato, tutta la gamma degli sport sulla neve: dallo sci da discesa allo snowboard, dal fuoripista allo sci da fondo, dallo sci alpinismo alle ciaspole. Tanto divertimento anche per i bambini, per esempio al rinnovato Snow Park de La Magdeleine.

Tra le numerose possibilità di soggiorno, si segnala l’hotel Maison Cly a Chamois, dove pernottare circondati dal profumo del legno e dal silenzio delle vette, con ristorante a base di prodotti locali e area wellness.

www.chamois-lamagdeleine.it/chamois/index.cfm

www.alpine-pearls.com/it/perle/italia/chamois.html

www.maisoncly.it

OfficineKairos@ecoturismonline.it'

Author: Officine Kairos

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto