Ecoturismo in bici

bici

FIAB Beskydy

Il cicloturismo attira sempre più persone di ogni età che vogliono vivere l’esperienza di una vacanza in bicicletta. In coppia, in famiglia e in gruppo, c’è il desiderio di scoprire, in “modalità slow”, paesaggi, natura, patrimoni architettonici, storia e tradizioni dei territori che si attraversano, in Italia come all’estero.

In Italia il valore potenziale del cicloturismo si stima essere di 3,2 miliardi di euro (fonte studio Ambrosetti per Confindustria ANCMA), ed è un volano per l’economia del nostro Paese! Basti pensare che ogni km di pista ciclabile – in rete con i percorsi di livello nazionale o regionale – genera un indotto medio sul territorio di 150.000 € all’anno. I 400 Km di piste del Trentino, dove il cicloturismo è più “maturo”, originano ogni anno 100 milioni di euro di indotto (250.000 € al km). I vantaggi per i territori che decidono di puntare su questa forma di turismo sono appetitosi, considerando anche i limitati investimenti necessari: il costo di realizzazione di ogni metro lineare di pista ciclabile è, infatti, tra i 30 e i 100 €, ovvero tra i 30.000 e i 100.000 € al km.

Un punto di riferimento nel nostro Paese per chi si avvicina a una vacanza in sella è FIAB (Federazione Italiana Amici della Bicicletta) che, da trent’anni e attraverso le oltre 150 associazioni presenti sul territorio, è vicina con attività, iniziative e servizi pensati per chi si muove sulle due ruote nel tempo libero, durante i week-end o in vacanza. Eccoli sintetizzati per punti:

bici

FIAB_Biciviaggio_Catalogna_Girona_Jase Wilson_Patronat_de_Turisme_Costa_Brava_Girona

biciviaggi.it è la piattaforma, con motore di ricerca, che racchiude il calendario nazionale di gite, week-end, escursioni, ciclo-vacanze, BiciViaggi in Italia e all’estero e altre iniziative a due ruote promosse dalle oltre 150 associazioni FIAB presenti in Italia. La ricerca delle attività, tra le oltre 3.000 caricate ogni anno on line, può essere per data, parola chiave, località o area geografica, tipo di attività, tipologia o difficoltà del percorso e altri parametri. Per ogni attività sono disponibili i dettagli, le modalità di adesione/iscrizione, il costo e il riferimento da contattare per ulteriori informazioni. Nella sezione biciviaggi.it è possibile, inoltre, accedere al dettaglio dei programmi delle ciclo-vacanze proposte da FIAB per l’estate 2018 in Italia e all’Estero, realizzate con la collaborazione tecnica di tour operator specializzati.

albergabici.it è il motore di ricerca creato da FIAB con l’obiettivo di segnalare ai turisti hotel, agriturismi, bed & breakfast, pensioni, campeggi, rifugi montani, ostelli, residence e alberghi diffusi che garantiscono un’accoglienza dedicata ai clienti in bicicletta. Racchiude oltre 700 strutture ricettive “amiche della bicicletta” in tutta Italia, attrezzate per offrire servizi adeguati alle specifiche esigenze dei turisti sulle due ruote, come il ricovero delle bici, attrezzi di base e contatti delle ciclo-officine di zona, alimentazione energetica al mattino, informazioni sui percorsi ciclabili nel territorio, possibilità di lavare e asciugare i vestiti tecnici, accoglienza anche per una singola notte. Grazie a un accordo siglato tra FIAB e Trenitalia per lo sviluppo di mobilità sostenibile intermodale, uno sconto minimo del 10% sul soggiorno è riconosciuto nelle strutture Albergabici che aderiscono all’iniziativa, ai clienti che le raggiungono in treno utilizzando il Trasporto Regionale.

bici

FIAB_coppia_sud_moravia

bicitalia.org è la prima mappa della rete cicloturistica nazionale targata FIAB e Ministero dell’Ambiente con 22.000 km di strade ciclabili in Italia, di cui 10.000 già mappati, oltre a 21 suggestivi grandi itinerari e 60 “ciclovie di qualità”. La rete Bicitalia si integra con la rete ciclabile europea EuroVelo: 15 percorsi per un totale di 70.000 km che attraversano ben 42 paesi del Vecchio Continente. In questo contesto FIAB è l’ente di coordinamento nazionale per i tre percorsi EureVelo che attraversano l’Italia per un totale di 5.000 km lungo la Penisola.

Bicitalia è entrata nella Legge Quadro sulla Mobilità Ciclistica entrata in vigore nel febbraio 2018. “La proposta di FIAB è diventata dunque azione di governo – spiega Antonio dalla Venezia, responsabile FIAB per la rete Bicitalia e per il Cicloturismo – I cospicui stanziamenti da parte del MIT (circa 500 milioni complessivi nei prossimi 5 anni) per la realizzazione delle prime 10 ciclovie nazionali sono un segnale forte nella direzione del cambiamento, almeno per quello che riguarda la ciclabilità”.

Nelle more del piano nazionale sono già uscite le gare per la progettazione dello studio di fattibilità tecnico-economico di VenTo (Venezia-Torino) e della CicloPista del Sole (nel tratto Verona-Firenze).

fiab-onlus.it

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto