SE-MI e Milano rifiorisce – Lombardia

SE-MI

Fa’ la Cosa Giusta, la Fiera nazionale del Consumo critico e degli stili di vita sostenibili, anche quest’anno Il Turismo Responsabile ha occupato un posto di rilievo. Un progetto in particolare ha attirato la mia attenzione, non solo per la sua originalità, ma anche per il contenuto proposto.

Anzi, il contenitore.

Si tratta del progetto Se-Mi, ultimo nato dall’Atelier delle Verdure: uno studio milanese per la pianificazione territoriale e la progettazione paesistico – ambientale, nato dall’incontro tra Giulia Uva, Marco Sessa e Barbara Boschiroli, una designer e due architetti provenienti da diverse esperienze nell’architettura del paesaggio, e Agata De Laurentis, guida di Milano che ha ideato e realizzato il progetto insieme all’Atelier.

“Se-Mi è un progetto nato dal basso, anzi da dentro, dentro la terra. È un prodotto da coltivarsi in casa”.

Si parla, infatti, di piccoli contenitori con, all’interno, un vaso in fibra di cocco, un disco di torba, un sacchetto di semi e 1/9 della mappa di Milano.

Ognuna di queste confezioni, infatti, riporta all’esterno una breve ma ‘floreale’ descrizione di una delle nove zone milanesi scelte per il progetto. Per ogni area scelta, sono state individuate delle storie che, per un verso o per l’altro, sono legate ad altrettante specie vegetali autoctone.

Ed ecco che i semi di papavero rappresentano la zona dei Navigli, il tarassaco Porta Romana, la margherita rappresenta Brera e la carota selvatica Corso XXII Marzo.

L’idea ha come obiettivo la conservazione della memoria storica, anche a livello vegetale, quindi non si basa solo su accattivanti confezioni che possono essere utilizzate come idee regalo. Attualmente, infatti, si stanno organizzando vere e proprie visite alla scoperta delle nove zone della città che sono state scelte, con momenti dedicati alla semina delle specie autoctone.

Se-Mi rappresenta quindi un nuovo modo di visitare Milano, con un’attenzione particolare alla sua meravigliosa biodiversità, spesso ignorata dai tour tradizionali.

Per informazioni sul progetto Se-Mi:

www.atelierdelleverdure.it

www.facebook.com/progettosemi

AlessiaSacchetti@ecoturismonline.it'

Author: Alessia Sacchetti

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto