A Firenze Human di Antony Gormley

human

Nello spettacolare scenario del Forte di Belvedere, che domina Firenze, sono esposte oltre 100 opere di uno dei più apprezzati scultori viventi: Sir Antony Gormley.

Corpi nella Fortezza

In parte realizzate appositamente, in parte ripensate per il luogo, le figure umane in decine di posizioni diverse abitano ogni spazio della fortezza della fine del Cinquecento voluta da Ferdinando I de’ Medici: i bastioni, le scalinate, le terrazze e le stanze interne della palazzina.

Sono corpi: in piedi, sdraiati, appoggiati, accucciati, in posizione fetale, “opere a misura d’uomo” sostiene l’artista britannico, che dialogano costantemente con il pubblico, corpi architettonici le più recenti, Blockworks, dai volumi geometrici che riprendono l’anatomia umana.

Promossa dal Comune di Firenze e organizzata da Mus.e, con il sostegno di Galleria Continua e White Cube, ecco Human, la più grande esposizione mai realizzata dall’artista in uno spazio storico all’aperto, che riunisce per la prima volta oltre cento opere a formare una sorta di mega installazione.

Al centro è il corpo umano, punto di partenza di una ricerca che si relaziona costantemente alla tradizione della scultura classica come pure al Rinascimento, proprio nella sua storica culla, mettendo in rapporto il corpo umano e lo spazio, la natura, il cosmo.

Al centro anche la riflessione spirituale per Gormley, che si è a lungo interrogato sulle questioni fondamentali dell’esistenza umana grazie alla sua personale esperienza di meditazione buddista Vipassana in India e nello Sri Lanka.

Difficilmente raggiungibile con i mezzi pubblici, è l’esposizione dell’estate fiorentina, che merita lo sforzo. Direzione artistica di Sergio Risaliti, a cura di Arabella Natalini e Sergio Risaliti.

Fino al 27 settembre. Ingresso gratuito.

www.gormleyfirenze.it

www.musefirenze.it/antony-gormley-human

FrancescaPiana@ecoturismonline.it'

Author: Francesca Piana

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto