Fondo e ciaspole in Friuli Venezia Giulia

Friuli Venezia Giulia

Sella Nevea © Gianmarco Clemente

Lontano dalla folla. Nel silenzio, sulla terra immacolata, nella natura incontaminata e tra paesaggi magnifici. La neve in Friuli Venezia Giulia regala momenti di pace ineguagliabili, percorrendo chilometri con le racchette da neve o con gli sci di fondo.

Per esempio, nel comprensorio di Piancavallo ci sono 34 km di piste caratterizzati da diversi livelli di impegno, dal più impegnativo al più facile. Gli anelli di fondo sono situati in zona Roncjade Collalto, per un totale di circa 15 km:

anello agonistico 3.7 Km

anello rosso 7.5 e 5 km

1.5 km anello illuminato in zona limitrofa ai palazzetti dello sport e del ghiaccio

[email protected]

[email protected]

Tarvisio, dove si trova la più grande foresta demaniale italiana, quella del Papa, ha un paesaggio maestoso. Per entrare in contatto con questi luoghi primordiali le ciaspole sono il mezzo ideale.

Un modello sono i laghi di Fusine, uno dei siti più affascinanti a livello mondiale, dove la pista è immersa nella foresta, in una piana con assenza di pendenze che attraversa fiumi e ruscelli.

A Sella Nevea, invece, con le ciaspole si sale all’altopiano del Montasio, per spaziare con la vista su un paesaggio fiabesco. E, impegnandosi in lunghe passeggiate, si possono scoprire le malghe. La difficoltà è media, ci si impiega circa 6 ore e il dislivello è di 450 metri.

Tra le sei piste per lo sci di fondo, nel tarvisiano citiamo l’Arena Paruzzi dedicata appunto alla campionessa olimpica e mondiale Gabriella Paruzzi. Si trova sulla piana del Priesnig, circondata dalle montagne fra cui spicca il Mangart. Le sue caratteristiche sono un’altitudine di 780 m, la lunghezza di 10 Km ed è per 7,5 Km difficile, per 2,5 Km è facile.

[email protected]

Friuli Venezia Giulia

Sauris

In Carnia, dove si arriva per scelta, grazie all’albergo diffuso, che qui è nato come concetto, si vive un’esperienza autentica nelle case tipiche.

Tra le 11 piste da fondo, si possono percorrere i 16 km della Pista dei Campioni sulle orme dei grandi dello sci nordico, immersi nella magia dei boschi di Sappada e del Piave, in scenari da sogno. Le sue caratteristiche sono 1250 metri di altitudine e il grado di difficoltà varia tra facile, media, difficile. Prosciutto affumicato e birra artigianale dopo la fatica sportiva non guastano.

[email protected]

Info:

turismofvg.it

consorzioboschicarnici.it

promotur.org

regione.fvg.it/asp/valanghe/welcome.asp

aineva.it

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente nel consiglio direttivo della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto