Giornata Internazionale delle Foreste

foreste

David Mark/Pixabay

Quando scriviamo in un quaderno, prendiamo medicine per la febbre o costruiamo una casa, non sempre facciamo il collegamento con le foreste. Eppure, questi e molti altri aspetti della nostra vita sono legati a loro, in un modo o nell’altro.

I boschi e le piante, la loro gestione sostenibile e l’uso delle risorse, anche in ecosistemi fragili, sono fondamentali per combattere il cambiamento climatico e contribuire alla prosperità e al benessere delle generazioni attuali e future.

Le foreste svolgono anche un ruolo cruciale nella riduzione della povertà e nel raggiungimento degli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile OSS.

Comprendere le nostre foreste e mantenerle in salute è fondamentale per il nostro futuro, in quanto saranno più importanti che mai dato che la popolazione mondiale sale a 8,5 miliardi entro il 2030.

Celebrare e agire

foreste

E oggi, 21 marzo, è il Giorno Internazionale delle Foreste: da quando è stato annunciato dall’Assemblea generale delle Nazioni Unite nel 2012, questa giornata mondiale di celebrazione ha mirato a sensibilizzare sull’importanza di tutti i tipi di alberi e boschi.

L’edizione di quest’anno è dedicata all’importanza dell’educazione ambientale e lo slogan è: “Impara ad amare le foreste”: investire nell’educazione forestale, infatti, dovrebbe essere considerata una priorità, perché non si è mai troppo piccoli per conoscere e amare le foreste.

Per fermare la deforestazione e gestire le foreste in modo sostenibile, ripristinando le aree forestali degradate e aumentando la superficie forestale mondiale, è necessaria la conoscenza e consapevolezza ambientale delle nuove generazioni. Oltre che, naturalmente, l’intervento di esperti e personale competente.

Un esempio della capacità di proteggere le foreste tra i giovani risale al 2007. Tutto è iniziato con una presentazione scolastica e oggi Plant-for-the-Planet è un movimento globale con un obiettivo ambizioso: combattere la crisi climatica piantando alberi in tutto il mondo. Felix Finkbeiner, a 9 anni, è stato l’iniziatore di questa avventura e ha stimolato i bambini a piantare 1 milione di alberi, per compensare le emissioni di CO2 (ogni albero ne assume 10 Kg) in ogni Paese del mondo, mentre gli adulti stanno ancora parlando di farlo. E sorpresa! leggi sul loro sito come sta andando questo movimento: plant-for-the-planet.org

I messaggi di quest’anno

I punti chiave del 2019, incentrati sui benefici delle foreste e delle città sostenibili, sono:

  • Il ruolo degli alberi nel mitigare l’impatto dei cambiamenti climatici.
  • Gli effetti positivi degli alberi sul clima locale.
  • Alberi urbani come filtri dell’aria, rimozione di sostanze inquinanti e rendere le città più sane.
  • Il ruolo degli alberi nella riduzione dell’inquinamento acustico nelle aree urbane
  • L’impatto positivo degli spazi verdi urbani.
  • Foreste all’interno e intorno alle aree urbane che contribuiscono alla regolazione e filtraggio dell’acqua.
  • Come le foreste urbane contribuiscono alle economie locali attraverso l’abbellimento della città e il turismo.
  • La fornitura di energia rinnovabile.
  • Come gli alberi possono fornire una fonte di frutta secca e foglie alle popolazioni locali.

Molti Paesi organizzano attività come campagne di piantagione di alberi, un elenco di eventi può essere trovato su fao.org/international-day-of-forests

Puoi anche essere coinvolto sui social media usando l’hashtag #intlForestDay.

E da noi… un appello per le foreste del nord est

Il Pefc Italia, l’associazione che costituisce l’organo di governo nazionale del sistema di certificazione PEFC (Programme for Endorsement of Forest Certification schemes), ha lanciato in occasione di questa giornata un appello rivolto anche agli imprenditori del legno, per “sostenere le comunità forestali e le aree interne del NordEst, duramente colpite dai cambiamenti climatici“, invitando ad acquistare e utilizzare il legno proveniente dai territori danneggiati dalla tempesta Vaia, che nell’autunno dello scorso anno ha colpito le regioni nord orientali, soprattutto l’area del bellunese, con piogge torrenziali e raffiche di vento stimate oltre i 150 km/h.

Poesia e Foreste insieme oggi

Ancora meglio: in occasione della Giornata Mondiale della Poesia e della Giornata internazionale delle Foreste, Riserve Naturali Statali e Parchi Letterari si riuniscono idealmente per “iniziare un percorso partecipato ed evolvere insieme in Riserve culturali”. Ecco il Programma.

events/forestsday

youtube.com/watch

youtu.be/ucXz3EqzRLo

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto