Hotel Hermitage – Isola d’Elba

Hotel Hermitage Isola d'Elba

La storia dell’Hermitage ebbe inizio nel 1955, quando Paolo e Ileana De Ferrari visitarono l’isola d’Elba e se ne innamorarono, soprattutto della spiaggia della Biodola, decisero di acquistare la terra e costruirono un hotel per viaggiatori. Oggi Raffaella e Massimo, i figli dei fondatori, accolgono gli ospiti nel loro Hotel che si affaccia in una delle baie più incantevoli.

Mare e natura

Noi arriviamo la sera con un volo della Silver Air silverairitalia.it da Linate a Marina di Campo, dove si trova il piccolo aeroporto dell’Elba. Pochi Km e giungiamo al Golfo della Biodola ed è subito innamoramento. Siamo accompagnati nel nostro cottage immerso nella macchia mediterranea che si affaccia sul mare con un delizioso terrazzino dal quale godere il sole e lo iodio. I colori della stanza sono ispirati alla natura mediterranea e al mare e il kit di cortesia è firmato Acqua dell’Elba, l’essenza isolana dal delicato e gradevole profumo, brand di successo nato a Marciana Marina da giovani imprenditori.

Gustarsi la vacanza

L’appuntamento è per l’aperitivo nella hall dell’hotel, arredata con ceramiche di Vietri e comodi divani, e la cena ci aspetta al ristorante La Ghiotta. Assaporiamo i piatti preparati dallo chef Paolo Balestrazzi: aragosta e scampi locali con pomodorini di Pianosa accompagnati da un Elba Vermentino della Cantina Cecilia, bianco fermo, e da un Elba Rosato Acquabona 2015. Balestrazzi predilige i prodotti a Km 0 e i sapori italiani, sempre di alta qualità.

Hotel Hermitage Isola d'Elba

La Ghiotta è uno dei tre ristoranti dove si possono seguire menù per celiaci, vegetariani, vegani, ma il ristorante principale, aperto anche agli ospiti esterni, è l’Hermitage, con gigantesche piante di ficus nella sala e una splendida terrazza che dà sul mare. Fuoco di Bosco, a bordo piscina, è il ristorante della cucina mediterranea e leggera, adatta per chi vuole tuffarsi poco dopo aver pranzato. Per i più piccoli c’è il Peter Pan con menù invoglianti dedicati a loro. L’Hotel è certificato AIC per celiaci.

Tranquillità e riservatezza

La bellissima struttura 5 stelle in mezzo a due colline, con la sua spiaggia privata di sabbia dorata e il mare cristallino dell’Elba, dove è piacevolissimo nuotare, è circondato da 26 acri di lussureggiante vegetazione. C’è anche una spiaggia per ospiti con amici a 4 zampe. Nonostante ci siano 122 camere e 11 suites in piccoli cottage che guardano sul mare o sul giardino, regnano tranquillità e riservatezza.

Sport per grandi e piccoli

Ma questo è il posto giusto per fare una sana e divertente attività sportiva: tre sono le piscine, di cui una è un idromassaggio riscaldato con impianto a pannelli solari; nove i campi da tennis, dove si può giocare o imparare; un diving center, dove anche i bambini dagli 8 anni in su possono fare immersioni, con gli istruttori che insegnano loro ad amare e rispettare l’ambiente, e un campo da golf di 9 buche con campo pratica, dove acquisire i primi rudimenti. Nel parco privato c’è un Percorso della Salute, da marcia o da corsa, lungo circa 3,5 Km, con emozionanti scorci sul paesaggio. E per chi, anche in vacanza, non vuole rinunciare alla forma fisica, vengono proposte classi di fitness di gruppo o private (su richiesta), con corsi di aquafitness, circuit training e lezioni libere nella palestra attrezzata con le macchine Technogym più moderne. In hotel si possono noleggiare le bici elettriche per scoprire l’isola in modo ecologico.

Hotel Hermitage Isola d'ElbaUna piccola Spa con le finestre vista mare aspetta gli ospiti: se si vuole perdere il senso del tempo come quando si entra in meditazione profonda, basta affidarsi e lasciarsi andare nelle mani degli esperti professionisti che non solo ti fanno bella, ti lasciano anche un senso di pace profonda. Nella proprietà c’è una piccola cappella dove si celebrano matrimoni molto romantici.

Le bottiglie diventano sabbia

Dall’anno scorso l’Hotel Hermitage ha una macchina che trasforma le bottiglie di vetro vuote in sabbia da usare per contrastare l’erosione costiera o creare spiagge artificiali. La macchina è in grado di polverizzare, con dei martelli di acciaio in miniatura, la bottiglia in soli cinque secondi.

Questo è solo l’inizio della vacanza: tutta l’isola è da vedere e lo si può fare da soli (in reception vi daranno le indicazioni utili al vostro tour) o con Visit Elba, l’organizzazione ufficiale della promozione turistica elbana. Si va dal Monte Capanne – la cima più alta dalla quale lo sguardo abbraccia Capraia, Scoglietto, la costa toscana e la Corsica – a Portoferraio, dove Napoleone in esilio ha lasciato le sue tracce a Villa dei Mulini e a Villa San Martino. Dai resti della Villa Romana delle Grotte, del I secolo a.C., a Punta della Calamita, importante zona mineraria a cielo aperto; dal ristorante in una piccola cala nascosta con ottima cucina vicino a Capoliveri a Pianosa, l’isola dov’era il carcere di massima sicurezza fino al 2011, ora paradiso nel Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano e da dove provenivano i pomodorini che abbiamo mangiato la prima sera La Ghiotta.

Quest’anno, prenotando in anticipo, si può risparmiare fino al 20% su tutto il mese di giugno e dal 28 luglio al 04 agosto 2019.

Hotel Hermitage

La Biodola, Portoferraio, Isola d’Elba LI

Tel. +39 0565 9740

hotelhermitage.it

visitelba.info

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente Vicepresidente della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto