Hotel Villa Malaspina

villa malaspina

Ci sono alberghi che sono luoghi a sé. Luoghi dove ci si sente bene, accolti e coccolati, dove sostare e recuperare energia, che si tratti di un viaggio di lavoro, di una semplice tappa prima di arrivare a destinazione o di una vacanza.

Villa Malaspina a Castel d’Azzano, vicino a Verona, è uno di questi luoghi: inaugurata come hotel e ristorante nel maggio 2005, è stata trasformata dal suo proprietario, l’architetto Poiani, con interventi quasi chirurgici a livello strutturale, per farla diventare la confortevole ed elegante struttura alberghiera che è oggi.

La sua storia inizia nel XIV secolo, quando Spinetta Malaspina detto il Grande, uomo dalle notevoli capacità politiche e guerresche, aveva affittato ad Azzano una posta dove cambiare i cavalli, acquistata poi dai suoi successori. Ne furono proprietari nel Seicento i Gonzaga e, sul finir del secolo, la villa tornò ai Malaspina, che procedettero nella ricostruzione donandole splendore e prestigio nella prima metà del Settecento.

villa malaspina

Nell’Ottocento la casa dominicale e le proprietà terriere furono acquistate da un ricco possidente veronese, che trasformò l’edificio principale in una tipica villa borghese di campagna dell’epoca, pur mantenendo inalterato l’impianto preesistente.

In tempi più recenti, la vecchia posta venne acquistata da Claudio Poiani, nativo di Castel d’Azzano, che la trasformò da villa di campagna ad albergo.

Nella ristrutturazione sono state conservate le tracce dell’opera intrapresa dalle generazioni che si sono susseguite: il muro perimetrale in ciottoli, le murature a vista, l’antica torre con porte e finestra con la morfologia d’epoca, il fossato, il giardino.

Oggi vi si accede attraverso un cancello maestoso nel muro di cinta che chiude dalla parte della strada l’hotel e il ristorante Vignal della Baiardina, dal nome del corso d’acqua che passa nel paese. E si inizia un altro viaggio.

villa malaspina

La parte più antica della villa ospita un lounge bar in stile classico con pavimento d’epoca e salottini ad angolo; poco distante si trova la sala da tè, dall’atmosfera lieve, com’è giusto che sia.

Le 67 stanze d’epoca, con parquet e travi a vista, sono ampie e ben curate, e c’è anche la torre colombaia della residenza d’epoca, junior suite terra-cielo su due livelli con accesso a una terrazza esclusiva.

La colazione al mattino è abbondante, con prodotti anche biologici e per celiaci, torte fatte in casa e una parte salata.

Le sette sale dedicate ai meeting rendono Villa Malaspina adatta anche al business.

villa malaspina

La piscina con idromassaggio dà sul giardino esterno ed è coperta da un tetto di vetro apribile durante la bella stagione, diventando così all’aperto con solarium.

Sauna, bagno turco e piccola palestra completano i servizi dedicati al benessere.

Il ristorante gourmet Vignal, con le sue tre sale, è aperto anche ai clienti esterni. La cucina di alta qualità è diretta dallo chef Aldo Orlandi, il menù contempla i prodotti locali, mentre il maître Roberto Pisillo, esperto di cucina flambé e di vino, mostra una piccola cantina sotterranea con selezionate etichette.

villa malaspina

 

L’hotel 4 stelle, vicino all’aeroporto di Verona Villafranca, alla fiera e alla città, è ben collegato alle autostrade A4 e A22. Un’occasione per soggiornarvi in questo periodo è data anche dalla mostra Toulouse-Lautrec – La belle Époque, ospite all’AMO di Verona fino al 3 settembre.

Fanno parte della stessa collezione CP Hotels Verona anche l’Hotel West Point, struttura moderna vicino all’aeroporto, perfetto per il business, con sale meeting, area relax con piscina, sauna e bagno turco e formula park, sleep & fly: chi prende l’aereo, può lasciare nel garage sotterraneo l’auto e ritirarla al suo rientro dall’aeroporto. E anche l’Hotel Cristallo, ideale per i gruppi, a pochi minuti dalla stazione di Verona, più economico.

Hotel Villa Malaspina

Via Cavour, 6, Castel D’Azzano VR

Tel. +39 045 8521900

[email protected]

hotelvillamalaspina.com

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *