I tre giardini con labirinto più belli in Italia

labirinto

Labirinto della Masone

Avete mai pensato di visitare i labirinti in Italia? Sapevate che nel nostro Paese abbiamo il labirinto più grande del mondo? Ecco i tre giardini più incantevoli del nostro paese, dove “perdervi” ammirando piante, siepi e fiori di ogni genere.

I labirinti in Italia rappresentano un’attrazione ancora poco conosciuta e apprezzata dal turismo di massa, ma al tempo stesso sono il PR fiore all’occhiello delle bellezze nostrane.

Da sempre sono avvolti da un forte simbolismo, dal mito e dalla leggenda, basti pensare al labirinto di Cnosso con il Minotauro. Smarrirsi tra gli alti viali, circondati di verde senza conoscere la strada di uscita è un’esperienza che diverte sia grandi sia piccini.

La scoperta dei labirinti italiani è uno dei viaggi più romantici e meno costosi che si possano organizzare. E allora perché non provarci e partire alla scoperta di questi magnifici esempi di architettura botanica? Vediamo quali scegliere tra questi che vi proponiamo.

Labirinto della Masone – Fontanellato (Parma)

E se vi dicessimo che il Labirinto della Masone, meglio conosciuto come il labirinto di Fontanellato, è il più grande del mondo? Vero e proprio orgoglio italiano aperto dal mese di maggio del 2015, questo labirinto nasce dall’intuizione di Franco Maria Ricci, l’editore che ha voluto ricreare un luogo dove non solo è possibile ammirare la verde natura rigogliosa, ma anche trovare un centro ludico e culturale. Il mezzo al labirinto è presente una piramide, dove sarà la sede di ristoranti, sale espositive, museo e biblioteca. L’intero percorso intricato si estende per tre chilometri e su una superficie di otto ettari.

Per avere altre informazioni consultate il sito: labirintodifrancomariaricci.it

Giardino dei Boboli – Firenze

Il giardino dei Boboli è il giardino dell’antica residenza dei De’ Medici, Palazzo Pitti, costruito nel ‘500. È la principale attrazione per i turisti di Firenze, tant’è che è stato dichiarato Patrimonio dell’Unesco. Si estende per una superficie di cinque ettari, che nel tempo ha subito numerose modiche per mano di differenti architetti. All’interno è possibile perdersi tra i viali del labirinto: aiuole, statue e fontane monumentali che sono un grande esempio di giardino all’italiana. Al centro del dedalo si trova la Fontana dei Mostaccini, che rappresenta il luogo dove gli uccelli si abbeverano.

Potete consultare il sito per trovare altre utili informazioni: polomuseale.firenze.it/giardinoboboli

Labirinto di Borges – Isola di San Giorgio – Venezia

Questo labirinto si trova sull’isola di San Giorgio Maggiore a Venezia e fa parte del complesso museale della Fondazione Cini. È dedicato allo scrittore Borges (da cui prende il nome), costruito negli anni Ottanta dall’architetto Coate, ma solo in occasione dei venticinque anni della morte dell’accademico è stato riaperto.

La particolarità è che non è il semplice labirinto dove perdersi tra i viali alberati ricchi di verde, ma è un libro a cielo aperto, dove tutto riconduce allo scrittore, tant’è che sono presenti delle piante di bosso che riproducono il suo nome.

Anche gli oggetti presenti all’interno del percorso non sono disposti a caso, ma stanno a simboleggiare le cose che erano più care a Borges: la clessidra, il bastone, gli specchi e la sabbia.

Utili informazioni le potete trovare qui: venice-tourism.com/labirinto-Borges

Articolo in collaborazione con stilenaturale.com

 

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *