Il Sand Motor protegge la costa in Olanda

sand motor

Zandmotor vlucht-33 – 02-07-2012 ©Rijkswaterstaat/Joop van Houdt

In Olanda ogni anno il mare porta via sabbia dalla costa, e ogni cinque anni il Rijkswaterstaat (Ministero per la Gestione delle Acque) fa depositare nuovamente sabbia sulle spiagge. Se non lo facesse, la parte occidentale dei Paesi Bassi, che si trova sotto il livello del mare, verrebbe sommersa. Tali operazioni di ripascimento del litorale mantengono stabile la situazione.

Ma esiste un modo per proteggere la costa in maniera più naturale e sostenibile: è il “Sand Motor”, o “Sand Engine”, che consiste nella creazione di una penisola artificiale sul litorale a sud dell’Aja, vicino a Ter Heijde, per contrastare l’azione di erosione del mare e fare in modo che la sabbia si distribuisca “naturalmente” lungo la costa.  Seguendo il principio del “costruire con la natura”, il Sand Motor fa sì che la protezione del litorale minacciato dall’innalzamento del livello del mare avvenga grazie alla natura stessa.

La creazione della nuova penisola a forma di uncino è iniziata tra marzo e novembre 2011, depositando 21,5 milioni di metri cubi di sabbia, grazie alla collaborazione del Rijkswaterstaat e dell’autorità provinciale del Zuid-Holland. Tra il 2012-2032 si prevede che vento, onde e correnti distribuiranno la sabbia lungo la costa tra Hoek van Holland e Scheveningen: in questo modo la costa crescerà in maniera naturale. La superficie iniziale era di 128 ettari, il risultato finale si tradurrà in 35 ettari di nuove spiagge e dune.

“Sand Motor” si estende per 1 km in mare e raggiunge i 2 km di larghezza nel punto in cui si unisce alla riva. La sabbia che forma il Sand Motor è stata prelevata da speciali draghe aspiranti sul fondo del Mare del Nord in epoche diverse. Parte di questa è così antica che vi si potrebbero persino trovare fossili e ossa di mammut.

sand motor

Zandmotor vlucht-29 – 24-12-2011 – © Rijkswaterstaat/Joop van Houdt

Tutta la penisola è percorribile a piedi e permette di godere degli ampi spazi, ma si consiglia tuttavia di tenere conto delle condizioni atmosferiche e delle maree, poiché il comportamento della sabbia e delle correnti non è prevedibile con precisione.

La penisola è un vero e proprio paradiso per chi è alla ricerca di pace e tranquillità, per gli appassionati di surf e per chi vuole passeggiare sull’enorme banco di sabbia e, se si ha un po’ di fortuna, si possono anche vedere le foche. Nella laguna protetta e poco profonda del Sand Motor, l’acqua piatta e la brezza marina stabile creano inoltre le condizioni ideali per praticare il kitesurf.

Oltre a proteggere la costa grazie all’aiuto della natura, il Sand Motor è un esperimento unico nel suo genere: se avrà successo, nei prossimi 20 anni non saranno necessari ulteriori interventi da parte dell’uomo.

La penisola è accessibile durante tutto l’anno. Presso Bondi Beachclub si possono gustare prelibatezze di ogni genere (il locale rimane chiuso durante la stagione invernale).

Per maggiori informazioni: dezandmotor.nl

 

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto