Ecoturismo a Milano – Lombardia

Pedala!

Milano

Bar Bianco Parco Sempione Milano

Il bike sharing è un sistema che consente di prelevare in modo automatico biciclette messe a disposizione dal comune. A Milano si chiama BikeMi, ha più di cento punti di distribuzione e la prima mezz’ora di utilizzo è gratuita, per cui ci si può spostare per brevi tragitti a costo zero (info: bikemi.com).

Con la bicicletta andiamo alla scoperta di alcuni luoghi fondamentali nella storia di Milano lungo le piste ciclabili (mai troppe), interrotte in alcuni punti dalla viabilità aperta al traffico normale: quindi bisogna porre attenzione, ma si può fare!

Punto di partenza è l’Acquario Civico, ospitato in uno splendido edificio liberty che con i suoi fregi e maioliche racconta all’esterno il suo contenuto (viale Gadio 2, MM2 Lanza).

Sport e cultura a Milano

Poi varcate i cancelli all’altezza dell’Arena (via Legnano), struttura neoclassica che ospita eventi sportivi e musicali, ed entrate nel Parco Sempione, sorto nel 1888 sull’ex piazza d’armi alle spalle del Castello Sforzesco. E’ uno tra i più importanti centri di svago dei milanesi, ideale per fare jogging e per andare in bici: qui si trovano percorsi botanici, concerti, campi di pallavolo/basket, mostre, aree gioco per bambini …

Se volete fare la vostra prima colazione tra gli alberi, e sono già passate le dieci del mattino, fermatevi al Bar Bianco, la location è molto suggestiva (viale Ibsen 4, tel. 02 86992026, 02 86915267, l’ingresso più vicino è quello dove c’è l’Acquario Civico).

Via quindi verso il Castello Sforzesco: costruito nel XV secolo da Francesco Sforza, divenuto da poco Duca di Milano, sui resti di una precedente fortificazione, ha subito notevoli trasformazioni nel tempo.

Ora è sede d’importanti istituzioni culturali: il Museo d’Arte Antica, la Pinacoteca, la Raccolta di Arte Applicata, il Museo degli Strumenti Musicali, la sezione dedicata alla Preistoria e alla Protostoria, quella Egizia e la Pietà Rondanini (1552) di Michelangelo, da non perdere.

La Cena più famosa del mondo

Uscite dal Parco dalla parte di via Ricasoli, attraversate piazza Cadorna (con cautela!) e proseguite diritto in via Carducci; imboccate Corso Magenta, dove troverete Santa Maria delle Grazie.

La chiesa, costruita negli anni 1463-1482, è in stile gotico lombardo, a tre navate con sette campate. La tribuna è del Bramante, all’interno vi sono opere di Butinone, Zenale, Montorfano e Bergognone.

Nel Refettorio del convento di Santa Maria delle Grazie, Leonardo Da Vinci ha dipinto l’Ultima Cena dal 1494 al 1497, per volere di Ludovico il Moro. A causa della tecnica sperimentale utilizzata, incompatibile con l’umidità dell’ambiente, l’opera è stata sottoposta a più restauri, l’ultimo dei quali, durato dal 1978 al 1999, ha utilizzato le tecniche più all’avanguardia del settore. Per visitare il Cenacolo, dovete prenotare (tel. 02 92800360).

Tornate in via Carducci e proseguite fino alla basilica di Sant’Ambrogio, in stile romanico – lombardo, una delle più antiche e importanti chiese di Milano: rappresenta un punto fondamentale della storia cittadina e della chiesa ambrosiana. Fu edificata tra il 379 e il 386 per volere del vescovo di Milano Ambrogio.

Proseguite e imboccate via San Vittore (non ciclabile), dove al 21 c’è l’ingresso del Museo della Scienza e della Tecnica. Materiali, Trasporti, Energia, Comunicazione, Leonardo Arte&Scienza, Nuove Frontiere e Scienze per l’infanzia: ogni dipartimento sviluppa studi e ricerche sulle collezioni, progetta e propone attività educative, promuove conferenze e workshop.

Parchi e design

Uscite dal museo in via Olona, proseguite per via Madesimo e trovate il Parco Don Giussani (ex Parco Solari) realizzato su progetto di Casiraghi nell’area prima occupata dallo scalo merci ferroviario che un tempo collegava Porta Genova con lo scalo Sempione.

Dopo una sosta nel verde, di nuovo in sella: percorrete via Dezza, via Cimarosa, via Cherubini, via Alberto da Giussano e via XX Settembre (tutte ciclabili), fino ad arrivare alla Triennale, edificio degli anni Trenta che si affaccia su viale Alemagna, collocato nel “quadrilatero” monumentale, costituito dal Castello Sforzesco, dall’Arco della Pace e dall’Arena, nel Parco Sempione.

Qui si promuove attività di ricerca e di esposizione nei settori dell’architettura, dell’urbanistica, delle arti decorative e visive, del design, dell’artigianato, della produzione industriale, della moda, della comunicazione audiovisiva.

Per uno spuntino o per una colazione sedetevi ai tavoli del Triennale DesignCafé, caratterizzato da una grande vetrata di cristallo che permette di osservare gli chef all’opera. D’estate potete godere anche del Camparitivo, spazio nel giardino della Triennale con parco e alberi secolari davanti: nel weekend si può fare un brunch.

Per dormire consigliamo l’Hotel Ariston, un 3 stelle che sorge nel cuore di Milano, in Largo Carrobbio 2 (tel. 02 72000556): è stato il primo albergo ecologico d’Italia realizzato secondo i criteri della bio-architettura.

Gli interni sono arredati con materiali, vernici, accessori, fibre e materassi naturali o non tossici. Completamente ristrutturato nel 2005, ha mantenuto la stessa filosofia di rispetto per l’ambiente. E’ predisposto anche un angolo”bio” per la prima colazione e le biciclette sono gratuite.

Per cenare, l’indirizzo è il Ristorante bio Al Grande Cerchio (via Buonarroti 8, tel. 02 48004737), dove la scelta bio è ispirata al rispetto per “madre terra e tutte le creature viventi”, alla stagionalità di frutta e verdura e al piacere dello stare a tavola.

Se invece volete golose pizze solo con ingredienti biologici, la Pizzeria Bio Solaire (Via Terraggio 29 tel. 02 86984006) fa per voi.

Pro Girando in bici, potete scoprire molti angoli nascosti e fermarvi quando volete.

Contro Polveri sottili e traffico (ma questo in ogni caso!)

Plus Il Car Sharing è la condivisione dell’auto per un uso alternativo, più intelligente ed economico www.atm.it/it/guidami

acquariocivicomilano.eu

milanocastello.it

grazieop.it

cenacolo.it

basilicasantambrogio.it

museoscienza.org

triennale.org

aristonhotel.com

algrandecerchio.it

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente Vicepresidente della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto