Londra, capitale dinamica

londra

Se non ci siete ancora stati, Londra ve la dovete godere. La seconda volta che ci tornerete, vi focalizzerete su quello che volete conoscere in modo più approfondito.

Londra è una città che trasmette energia, è viva e dinamica, tutti gli abitanti sono molto gentili e pronti a dare indicazioni anche a chi non parla un inglese perfetto.

Il consiglio è di muoversi in metropolitana e a piedi, la sfida è camminare lentamente nella città dove tutti vanno spediti verso la propria meta, ma è assolutamente da cogliere: perdetevi e gustatevi tutto quello che riuscite tra un museo e un’attrazione.

All’inizio del soggiorno però, per avere una veduta generale della città, prendete un bus hop-on hop-off sightseeing. Se non siete freddolosi, o non temete il vento in faccia, salite al secondo piano e troverete molti spunti per fotografare. I biglietti del London City Tour, una tra le linee che danno questo servizio, si possono acquistare online, sul bus o presso alcune fermate: prevede tre differenti itinerari che sono interscambiabili in alcuni punti. Noi abbiamo scelto l’itinerario West End Loop, che parte da Waterloo Road, attraversa il Westminster Bridge, passa davanti alla Horses Gaurds e Scotland Yards, Canada House, Hyde Park corner, Park Lane, Piccadilly, London Eye….

london-citytour.com

In tre giorni abbiamo scelto di concentrare le nostre visite in due poli della città, vi raccontiamo quali sono e perché li indichiamo.

Per entrare nello spirito del luogo, andate a Leicester Square, quartiere di Soho nel West End di Londra, dove sono sale cinematografiche, ristoranti, caffè, casinò come l’Hyppodrome e tanti spettacoli di piazza improvvisati spesso da giovani ragazzi. Proseguendo verso Piccadilly Circus trovate il Swiss Center con il suo caratteristico orologio meccanico.

Per una pausa pranzo o uno spuntino All Bar One in 48 Leicester Square è un angolo delizioso dove godersi il panorama della piazza: col caffè danno un bicchierino colmo di M&M’s e una scodellina con zollette di zucchero colorate.

allbarone.co.uk

Lego Store, in Leicester Square, è il negozio più grande – di questa marca – del mondo. Aperto dallo scorso novembre, è una meraviglia da non perdere: due piani per un totale di 914 mq di mattoncini colorati, meravigliose e gigantesche costruzioni che riprendono il Big Ben, la cabina telefonica rossa inglese, la pianta di Londra con le principali fermate della metropolitana e i suoi monumenti, da perderci la testa, si ritorna piccoli!

lego.com

Si chiamano Strawberry Tours e sono visite gratuite di Londra: basta presentarsi al punto d’incontro, dove la guida brandisce un caratteristico ombrello rosso. E poi si parte. Abbiamo scelto il Free Harry Potter Tour, che si tiene ogni giorno alle 15.30: inizia davanti al M&M’s World – il tempio delle piccole lenticchie colorate di cioccolato – in Leicester Square, si svolge in inglese o spagnolo e fa immergere nel mondo del giovane mago, mostrando le location del film – Diagon Alley, il Ministero della Magia, Hardys Sweet Shop e così via – e raccontando gli aneddoti più divertenti della famosa saga. Sono mostrati i luoghi e le strade che hanno ispirato J.K. Rowling per la scrittura dei suoi libri. Rob, la nostra guida, divide il gruppo in grifondoro, serpeverde, tassorosso, corvonero e, durante la visita, fa domande inerenti ai personaggi della saga di Harry Potter (non facili). Chi risponde correttamente procura un punto alla propria squadra. Anche se non avete letto i libri o non avete visti i film di Potter, consigliamo questo itinerario, per scoprire luoghi diversi rispetto ai tradizionali.

strawberrytours.com

Trafalgar Square, con la colonna dedicata all’ammiraglio Nelson, in onore della sua vittoria nella battaglia di Trafalgar nel 1805, e le fontane aggiunte in seguito, è un centro di democrazia nazionale e di protesta. Convegni e manifestazioni si svolgono frequentemente nei fine settimana su varie questioni politiche, religiose e di genere. Il Sindaco sostiene questa tradizione democratica e dà accesso alla piazza per tali cause.

london.gov.uk

Non è necessario avere una tabella di marcia per visitare la National Gallery che sta in questa piazza: è talmente grande la sua collezione che è impensabile di godersela tutta. Ma per fortuna l’ingresso è gratuito, qui come negli altri musei di Londra, tranne alle mostre, sebbene bastino 50 pounds all’anno per avere l’accesso a tutte. Fino al 25 giugno c’è la mostra Michelangelo e Sebastiano, due grandi artisti rinascimentali a confronto. Se invece volete essere preparati alla visita, sul sito ci sono i capolavori da non perdere. Consigliato un salto al bookshop.

nationalgallery.org.uk

Per osservare il continuo cambiamento e il contrasto della città, la parte contemporanea che sorge accanto a quella antica, ci siamo diretti a The Shard, il grattacielo più alto dell’Unione Europea, inaugurato nel 2012: disegnato da Renzo Piano è due volte l’altezza di ogni altra piattaforma di Londra. La vista migliore della città è ai piani 68, 69 e 72: offre ai visitatori una visione senza eguali a 360 gradi fino a quasi 65 Km di distanza. La fermata della metropolitana più vicina è London Bridge, il biglietto per un adulto costa 25,95 pounds (in caso di tempo che non permette la visibilità di almeno tre dei punti di interesse come St Paul, London Eye e altri elencati nel sito di The Shard, potrete ritornarci fino a tre volte gratuitamente entro un mese!).

the-shard.com

Vicino, si trova Borough market (fermata metro Jubilee e Northern, vicino alla stazione London Bridge), il mercato alimentare storico, la cui nascita si ipotizza intorno all’anno 1000, che offre una selezione di prodotti inglesi e internazionali come frutta e verdura, carne, pesce e formaggio. Aperto dal lunedì al sabato (ma lunedì e martedì sono aperti solo una parte degli stand) è gestito da 21 volontari scelti dalla comunità locale ed è indipendente. È un’istituzione dinamica, dove ci sono dibattiti intorno al cibo e alla sua provenienza; esercita un fascino da provare. L’intero mercato è smoke-free zone e oltre a vendere si tengono eventi, show coking e si possono carpire anche ricette.

boroughmarket.org.uk

Naturalmente in questo tempio del gusto non mancano ristoranti e caffetterie dove deliziare il palato: noi abbiamo fatto una sosta alla taqueria, che serve tacos con tortillas home made, El Pastor (7° Stoney Street), e siamo rimasti molto soddisfatti!

tacoselpastor.co.uk

Sempre proseguendo a piedi raggiungiamo la Tate Modern, (ingresso gratuito tranne che alle mostre), l’esposizione di arte moderna sorprendente, consigliamo la mappa che costa 1 pound per non perdersi. Tate è un’organizzazione benefica e dipende dalle donazioni dei visitatori, per questo è consigliabile lasciare un’offerta. Invita alla riflessione il collettivo artistico americano, Guerrilla Girls, formato nel 1984 da un gruppo di colleghe artiste, che denuncia la presenza magra, nelle collezioni di musei e istituzioni, nel mondo dell’arte che conta, di donne e persone appartenenti a minoranze etniche o a gruppi sociali emarginati e ingiustamente emarginati.

tate.org.uk/visit/tate-modern

Il vicino Shakespeares Globe Theatre è imperdibile, meglio visitarlo con un tour guidato. il complesso è la riproduzione del teatro costruito nel 1599, la cui struttura in legno è alta 10 metri, con una circonferenza di 90, in cui lavorava la compagnia teatrale di William Shakespeare, a meno di 230 metri dal recinto originario. Le fermate della metropolitana più vicine sono Blackfriars Mansion House.

shakespearesglobe.com

A 50 metri dal Globe si trova il Millenium Bridge, l’unico ponte pedonale che attraversa il Tamigi e unisce la City e la cattedrale di St Paul’s con il Globe Theatre e la Tate Modern sulla Bankside. Progettato da Norman Foster e Ken Shuttleworth e inaugurato nel 2010, è totalmente in acciaio. “Due armature a forma di Y supportano otto cavi che corrono lungo i lati del ponte di 4 metri di larghezza, mentre i bracci trasversali in acciaio si bloccano sui cavi a intervalli di 8 metri per supportare il ponte stesso. Questa struttura innovativa significa che i cavi non salgono mai più di 2,3 metri sopra il ponte, consentendo a coloro che attraversano il ponte di godere di una vista panoramica ininterrotta e di conservare linee di vista dagli edifici circostanti”.     Sui chewing-gum maleducatamente sputati dai pedoni sul ponte e incastrati tra le griglie del camminamento, Ben Wilson, artista professionista, chiamato anche il chewing-gum man, dipinge miniature che rispondono alle richieste di dediche di chi viene da ogni parte del mondo. “È una forma di recupero per me. Prendo qualcosa che è stata buttata, sputata e la trasformo in qualcosa di positivo e a vari livelli”. Londra combatte contro i chewing-gum che sputati a terra che hanno un impatto ambientale ed economico non indifferente!

fosterandpartners.com

Questo è un piccolo assaggio: pronti per ritornare a Londra?

Clicca qui e guarda la mappa dei luoghi visitati a Londra

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *