I luoghi da scoprire in Umbria

umbria

monte castello di vibio teatro concordia

Ci sono ancora mondi sconosciuti e stupefacenti nel nostro Belpaese: 111 luoghi dell’Umbria che devi proprio scoprire ne è un pregevole esempio, un piccolo libro che ne fa rintracciare un bel po’, grazie ai suggerimenti e alle belle immagini dell’autore Fabrizio Ardito, fotografo e giornalista che ha lavorato a lungo anche per il Touring Club Italiano.

Il Cuore Verde d’Italia ha tutto quanto si possa desiderare: montagne, laghi, campagne, borghi medievali, luoghi sacri, foreste… atmosfere spirituali e cariche di pace, enogastronomia di eccellenza e arte da scoprire sotto innumerevoli aspetti.

In Umbria la storia si tocca con mano nelle città, la bellezza selvaggia nei Parchi e nelle Riserve, e non è un caso che questa terra sia legata alla figura di San Francesco, che predicò nel rispetto di Madre Natura.

E Ardito è andato alla ricerca di artigiani del gusto, sotterranei misteriosi, scale gotiche complesse, sentieri e ferrovie minori, come quella Spoleto-Norcia, foreste incantate, come quella fossile di Dunarobba, musei speciali, come quello della Pesca sul Lago Trasimeno, oppure luoghi del benessere insoliti, come la Spa che si trova in un antico complesso conventuale.

Ecco un paio di tracce da seguire tratte da 111 luoghi dell’Umbria:

Il teatro “lo fecero piccolo, a misura del paese loro, ma la civiltà non si misura a cubatura né a metri quadri”. Queste, nelle parole di una lettera ottocentesca, sono state le origini del Teatro della Concordia a Monte Castello di Vibio, che è conosciuto come il teatro più piccolo del mondo. 99 sono i posti tra la platea e i due piani da 9 palchetti ciascuno e in origine non esistevano posti riservati, ma gli spettatori avevano il diritto di scorrere da un palco al vicino in occasione di ogni rappresentazione. Dividere posti, visuale e acustica in “perfetta concordia”, appunto”.

E in un altro capitolo: “C’è chi pensa che i canyon siano delle imponenti formazioni geologiche che si trovano solo in luoghi lontani ed esotici… nulla di più falso…Non lontano dalla città di Todi, poco prima di scorrere a Pontecuti, il fiume sembra non avere alcuna fretta, tanto che…è conosciuto con il nomignolo …di Teveremorto…Il suo corso qui si è scavato la via e poi incanalato tra alte pareti di roccia, e corre nelle strette gole del Forello..”.

Sotterranei, pozzi, eremi, ipogei, molini, acquedotti, ponti; ma anche gelaterie, spezierie, artisti, caseifici, ristoranti. Tanti luoghi che inducono al viaggio, da guardare tranquillamente con gli occhi di un bambino, come suggerisce la natura stessa dell’Umbria, respirando a pieni polmoni e godendo dello stupore che ci riserva questo itinerario costruito step by step sui suggerimenti di grande classe e alto livello dell’autore, che di mondo ne ha visto parecchio!

Fabrizio Ardito scrive, infatti, di viaggi e natura per diverse testate e vari editori, e ha pubblicato decine di libri, molti dedicati all’Italia. Tra le sue passioni ci sono i lunghi cammini storici italiani e stranieri, il mondo sotterraneo e gli aspetti misteriosi del Belpaese.

111 luoghi dell’Umbria che devi proprio scoprire

Fabrizio Ardito

Edizioni emons:

€ 14,95

ISBN 978-3-95451-932-3

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto