Mojito Cinico

mojito cinico

“Cinico è colui che possiede l’arte di vedere le cose come sono, non come dovrebbero essere” recitava Oscar Wilde, ma Cinico è anche il nome di un ottimo liquore di una giovane azienda padovana, l’About Ten, che racchiude venticinque anni di passione nel mondo del beverage.

Il protagonista del cocktail proposto da Michele Piagno è un liquore artigianale dall’inconfondibile e inebriante profumo di cannella (al suo interno troviamo anche rabarbaro e zenzero) che nasce dalla collaborazione di Flairtender, scuola di formazione italiana per barman e bartender, dalla ricetta originale e dal sapore amabile, ideale per essere bevuto liscio come digestivo ma anche ottima base per drink e cocktail per aperitivi e dopocena.

Ed ecco quindi un particolare mojito dal sentore di cannella, spezia originaria dello Sri Lanka, ricavata dall’essicazione della corteccia dell’omonimo albero sempreverde, dalle proprietà antisettiche, digestive e disinfettanti, dal gusto speziato e fresco, capace di regalare emozioni uniche al palato.

Ingredienti:

3 cl di lime spremuto
2 cucchiaini di zucchero di canna bianco
4/5 foglie di menta
3,75 cl di Cinico
top di acqua frizzante

Per questo cocktail si deve spremere il lime direttamente dentro il bicchiere (il tumbler alto tipico per un mojito), a cui poi si aggiungono lo zucchero, la menta e il Cinico. Se si dispone di un bar spoon (cucchiaino dotato di manico molto lungo spesso attorcigliato a spirale per una più facile agitazione degli ingredienti, ma in mancanza va bene anche un altro cucchiaio) si procede col mescolare il tutto così da ottenere il rilascio della freschezza della menta, per poi inserire il ghiaccio a cubetti, finendo il tutto con l’acqua frizzante.

Il Mojito Cinico, per un fresco brindisi a fine pasto, si accompagna perfettamente a un dolce a base di cannella o rabarbaro, come una tarte-tatin di mele e crema alla cannella, o all’aperitivo con delle patate al forno alla cannella.

 

Author: Michele e Claudio

Michele Piagno, mixologist friulano, docente in diverse scuole di bartending nazionali, consulente per noti marchi del beverage e inventore del “Glow Sweet&Sour”, additivo naturale per rendere fluorescenti i cocktail, è un piccolo mago nell’ideazione e sperimentazione nel pianeta cocktail. Claudio Burdi, giornalista milanese, esperto di comunicazione, press officer e organizzatore di eventi, è un amante del buon bere e del buon cibo e scrive di nightlife, food&beverage e turismo per diverse testate nazionali.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto