Morigerati – Campania

Ospitalità diffusa nel Parco

morigerati

Fotografie di Enzo Signorelli

Un piccolo borgo medievale di 700 abitanti, cui il TCI ha appena assegnato la Bandiera Arancione, in una zona collinare nel Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, a una decina di km dalle coste del Golfo di Policastro e

all’interno dell’oasi WWF Grotte del Bussento.

Insediamento antico in luogo straordinario

Ecco Morigerati, separato dalla sua frazione Sicilì dalla forra del fiume Bussento.

Le sue origini sembrano risalire a un insediamento di monaci basiliani che, per sfuggire alle persecuzioni in Grecia, si rifugiarono nell’Italia meridionale (siamo nel 730 d.C., quando l’imperatore Leone III ordinò, nell’impero di Oriente, la distruzione delle icone raffiguranti immagini di Cristo e dei santi).

Tutta la zona è di un valore paesaggistico e ambientale unico, con una delle più belle Oasi WWF dell’Italia meridionale, che è forse la più importante di un ambiente fluviale.

Il paesaggio è straordinario grazie anche al carsismo che ha scolpito gole profonde, grotte, inghiottitoi: nel Bussento esiste uno dei fenomeni carsici più rilevanti d’Europa con un percorso sotterraneo di circa sei km.

Il fiume s’inabissa nel comune confinante Caselle in Pittari in uno dei quattro inghiottitoi e risorge nella valle sotto Morigerati: dalla grotta della risorgenza si vede sfociare il corso d’acqua dalla montagna.

Il borgo si spopola velocemente, causa la scarsa possibilità di trovare lavoro in zona, e ci sono molte case in buono stato, perché sono degli emigrati che tornano una volta all’anno in vacanza, ma rimangono disabitate per il resto del tempo.

Paese Albergo

L’amministrazione comunale decise quindi, qualche anno fa, di creare un Paese Albergo, aprendo queste case per offrire la possibilità ai visitatori del posto di poter anche pernottare.

Nel frattempo sono sorti due agriturismi con agricoltura biologica (l’Agriturismo Muriké è l’unico produttore del Fico Bianco DOP del Cilento biologico e l’Azienda viticola De Conciliis invece sta curando un vigneto di Fiano bio), vari B&B e un piccolo Hotel.

E poi ci sono le case degli emigrati: i prezzi sono più o meno nella stessa fascia, e variano un po’ secondo il periodo e la qualità della struttura.

E’ prevista la mezza pensione: il bar più vicino alla casa dove si alloggia offre la prima colazione, mentre si può scegliere tra i ristoranti convenzionati per la cena, il cui costo è contenuto, 15 euro, e comprende tre portate tra antipasti (molto abbondanti), primo e dolce, un litro di acqua, 1/2 litro di vino: il tutto è fatto in casa e, naturalmente, a Km 0, perché proveniente dagli orti.

Anche i salumi sono di produzione locale, come l’olio e il vino; la pasta è strettamente artigianale, gli antipasti sono a base di verdure di stagione e i dolci tipici sono home made.

Il Comune ha messo a disposizione una navetta che porta gli ospiti al mare.

Una volta la settimana c’è la possibilità di farsi condurre a visitare altri posti nel Cilento, come le Grotte di Pertosa e la Certosa di Padula.

E’ offerta anche una convenzione coll’Oasi WWF e con le guide ufficiali del Parco.

Pro L’isolamento ha giocato a favore della conservazione sia della natura sia di un mondo ricchissimo dei valori rurali del passato.

Contro Al momento è una realtà poco conosciuta, ma che potrebbe essere imitata.

Plus Si può scegliere la casa che si preferisce:  il soggiorno di una settimana è a partire da € 270

Paese Ambiente-Ospitalità Diffusa Comune di Morigerati

Piazza San Laverio 1, Morigerati (SA)

Tel. +39 3491717843

morigeratipaeseambiente.it

[email protected]

wwf.it/oasi/campania/grotte_del_bussento

guideufficialipncvd.it

enzosignorelli.net

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente nel consiglio direttivo della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto