Mangiare e bere leggendo

slow food

Con l’autunno Slow Food presenta le sue novità in libreria.

A partire dal 23 settembre 2014 troveremo Osterie d’Italia 2015: 1737 locali alla scoperta della cucina italiana di tradizione e di territorio, dove trovare un’ottima selezione di formaggi, di vini, quelli con un orto di proprietà e che propongono un menù vegetariano, oltre alle Chiocciole, che racchiudono i valori fondamentali dell’associazione. Curatori: Marco Bolasco e Eugenio Signoroni.

Dal 20 ottobre si troverà anche Slow Wine: 1900 cantine visitate, 23.000 vini degustati, le storie di vita, vigne e vini in Italia, che quest’anno sarà presentata al Salone del Gusto e Terra Madre (Torino, 23-27 ottobre). Portando la copia della guida in cantina, si avrà diritto a uno sconto del 10% in moltissime aziende segnalate. Curatori: Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni.

Alcuni autori, poi, onorano un piatto con una narrazione, un resoconto, un aneddoto, una storia o una manciata di versi. Hans Tuzzi, nel suo Zaff&rano e altre spezie, parla di due djinn del deserto, Zaff e Rano, che trasformano il riso da bianco a giallo. «Abitavano un fiore, quei due djinn profumati dalla pelle dorata, meno profumati dei chiodi di garofano, certo, e della cannella della quale ero e sono goloso, anzi: ghiotto, ma in tutta evidenza apparivano imparentati con il Sole, con Febo Apollo, e io me li figuravo minuscoli e inquietanti nel loro riso divino».

Lella Costa, invece, condivide la sua visione delle Minestrine: «La minestrina è una faccenda complessa, sfaccettata, piena di rimandi, più evocativa di una madeleine, più identitaria della pizza. Ma soprattutto è consolatoria. È la nostra risposta nazionalpopolare all’usanza americana di lenire e possibilmente archiviare ogni momento critico, doloroso o difficile con biscotti al cioccolato e bidoni di gelato (industriale)».

Carni bovine, suine e ovine – Pollame e animali da cortile sono, invece, due volumi dedicati alla carne, approfondendo le questioni legate alla scelta dei prodotti, dalla qualità dell’allevamento, alla macellazione, alla lavorazione. Per ogni tipo di carne o di taglio troviamo ricette della più genuina tradizione regionale italiana e firmate dai cuochi dei locali segnalati sulla guida Osterie d’Italia. Disponibile in libreria dal 24 settembre.

Agenda Slow Food. Per mangiare locale e di stagione è un’agenda settimanale che abbina le pagine per annotare appuntamenti e scadenze a consigli utili per fare la spesa, costruirsi una dispensa senza sprechi e decidere che cosa cucinare. Curatore: Carlo Bogliotti, disponibile in libreria dal 23 settembre.

Infine, Voler bene alla terra – Dialoghi sul futuro del pianeta: una chiacchierata tra Carlo Petrini e personalità famose in tutto il mondo. Scienziati, economisti, chef, scrittori, musicisti, politici, artisti, uomini di fede e filosofi che aderiscono ai valori di Slow Food e Terra Madre. I dialoghi, pubblicati da La Stampa (2003-2004) e da La Repubblica (2014), ci stimolano a ripensare il cibo, l’alimentazione, la gastronomia, la relazione tra gli esseri umani e la Terra, l’agricoltura e lo sviluppo, la malnutrizione e la finanza, la comunità sociale e gli scenari globali, il cibo di qualità e il sistema agroalimentare industriale. Disponibile in libreria dal 22 ottobre 2014.

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto