Vodka italiana 100% bio

Cengio, in provincia di Savona, fa da ponte tra il mare e l’entroterra. È una delle zone a più alta densità boschiva d’Europa, al confine tra Liguria e Piemonte; a poche decine di chilometri si apre l’Alta Langa.

vodka bio

È una zona vocata all’agricoltura con una forte tradizione contadina che è andata attenuandosi nel tempo, a causa dell’industrializzazione, ma che più di recente è stata riscoperta e in parte recuperata grazie ad attività come quella di Origine, un laboratorio di liquori che punta sulle tradizioni, sulla ricerca e sulla selezione delle materie prime locali.

La produzione di liquori artigianali casalinghi è una pratica che si perde nella notte dei tempi per le famiglie della zona, grazie soprattutto all’abbondanza di piante officinali che crescono su questi terreni.

Riprendendo le ricette e i procedimenti artigianali, Alessandro Pancini e Luca Graffo li hanno integrati con le tecnologie moderne, per produrre liquori con certificazione biologica Aiab (Associazione Italiana Agricoltura Biologica).

Il motore dell’impresa dei due giovani è stata la passione, che li ha spinti a viaggiare tra fiere di settore e distillerie per apprendere i segreti del mestiere.

Poi il sogno ha cominciato a concretizzarsi, grazie anche al contributo di fondi europei e a una villetta di proprietà trasformata in laboratorio di produzione. Così ha preso forma un progetto dai contorni territoriali, dove tutto proviene da un raggio di circa 40 Km intorno a Cengio.

“Quando abbiamo cominciato la ricerca dei fornitori – spiega Alessandro Pancini – è stato quasi incredibile scoprire che potevamo ottenere tutte le materie prime con certificazione biologica da una piccola area vicina. Qui, a cavallo tra Liguria e Piemonte, prendiamo l’acqua e le piante per aromatizzare, e persino l’alcol da agricoltura biologica è prodotto vicino, a Lagnasco in provincia di Cuneo. Non potevamo esprimere meglio la nostra peculiarità di territorio di confine tra due regioni”.

Le piante sono coltivate in campi nelle vicinanze con i metodi dell’agricoltura biologica e biodinamica, da agricoltori soci della cooperativa Agronatura, che ha sede a Spigno (a meno di 40 Km da Cengio) e raggruppa oltre 50 aziende agricole che dal 1986 coltivano una trentina di specie di piante officinali e aromatiche su oltre 400 ettari di terreno, dal territorio ligure alle valli delle Langhe e del Monferrato.

Nel 2009, infine, è arrivata anche la Vodka Origine 0.1, il primo distillato di cereali italiano ottenuto da agricoltura biologica, veramente ottima.

“Per spiegare i nostri liquori, il laboratorio è aperto su prenotazione per degustazioni guidate e visite nelle valli, dove vengono coltivate le materie prime. La nostra mission, infatti, è stata fin dall’inizio di portare il nostro territorio fuori, per farlo conoscere e apprezzare”.

Il testo è stato liberamente tratto dall’intervista di Stefania Ciani per la rivista “Origine – il sapore del territorio italiano” Ed.: L’informatore Agrario – n.° sett.- ott. 2009

www.origine-laboratorio.it

[email protected]

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente nel consiglio direttivo della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto