Panini con burger di ceci e maionese vegana

 

burger di ceci

ph. Alberto Baruffaldi

Tempo di incontri post lavoro sulle terrazze cittadine o nei giardini estivi: noi abbiamo abbiamo preparato, cotto e mangiato questi squisiti bocconcini! La ricetta dei panini dolci è di Massimo Saija: sono molto adatti per essere usati come portata in un aperitivo, farciti a dovere o semplici, e si adattano molto per realizzare piccoli Burger, come questi con i ceci.

Ingredienti

  • – farina tipo 00 W 260 600 gr
  • – farina integrale 400 gr
  • – lievito fresco 10 gr
  • – acqua a temperatura ambiente 550 gr
  • – zucchero semolato 100 gr
  • – sale fino 25 gr
  • – olio EVO 60 gr ( in alternativa 80 gr di strutto )
  • – semi di sesamo e papavero

Procedimento

Riunire nella ciotola della planetaria ( o in un contenitore ) tutta la farina ed avviare la macchina con il gancio ad uncino per alcuni minuti, così da fare ossigenare la farina, se si impasta a mano fare questa operazione con un mestolo.

Sciogliere il lievito nell’acqua, versare il composto sulla farina lentamente così da iniziare a formare l’impasto. Lavorare la massa per almeno 10 minuti, una volta ottenuto l’impasto omogeneo aggiungere lo zucchero e continuare a lavorare fino ad assorbimento. Appena lo zucchero sarà completamente assorbito unire il sale e solo quando questo risulta completamente assorbito unire l’olio EVO. Lavorare l’impasto ancora per alcuni minuti. Una volta finito avremo un impasto molto elastico e liscio.

Rovesciare l’impasto su una spianatoia e ridurlo a una palla che verrà posta a riposare per 1 ora in un contenitore coperto da pellicola.

Trascorso questo tempo, formare delle palline da circa 50 gr e metterle a lievitare su una teglia (meglio con della cartaforno) in forno spento ma con la luce accesa fino al raddoppio del volume (circa 40 minuti).

Raggiunto il volume desiderato spennellare con uovo o latte, coprire con i semi di sesamo e lino e infornare a forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 20 minuti. I burger sono pronti!

Ripieno di ceci e maionese vegana: ricetta di Tommaso Zucca, titolare di Fiore di Zucca-Cuoco a domicilio (fioredizucca.net)

Ingredienti per 4 persone

  • 350 gr di ceci lessati
  • Olio e.v.o. q.b.
  • 1 cucchiaino di noce moscata in polvere
  • 1 cucchiaio di prezzemolo fresco tritato in polvere
  • Pan grattato q.b.
  • Sale e pepe q.b.
  • Spezie aromatiche a piacere

Per la maionese

  • 60 gr di latte di soia
  • 100 ml di olio di semi di mais
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di succo di limone
  • 1 cucchiaino di curry in polvere

Procedimento

Schiacciate i ceci lessati con una forchetta, se sono abbastanza morbidi, oppure passateli al mixer con un filo di olio e.v.o. e aggiustate con acqua tiepida quanto basta fino a ottenere una purea non troppo liquida.

Trasferite il composto all’interno di una ciotola e, amalgamando con un cucchiaio, aggiungete le spezie e le erbe aromatiche tritate al coltello. Salate e pepate.

Regolate la consistenza del composto aggiungendo due o tre cucchiai di pangrattato, dividetelo in quattro parti, formate delle palline e schiacciatele dopo averle disposte su una teglia ricoperta di carta forno. Dorate in padella o cuocete in forno preriscaldato a 180°C per 20-25 minuti.

Nel frattempo preparate la maionese vegana. In un contenitore dai bordi alti, versare il latte e con un mixer a immersione iniziate a inglobare aria con movimenti dall’alto verso il basso. A filo versate l’olio e continuate il lavoro fino a quando il composto inizierà ad acquisire una consistenza più densa.

In ultimo aggiungete il sale, il succo di limone ed il curry. Ripassate nuovamente nel mixer in modo da amalgamare bene tutti gli ingredienti della maionese.

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto