Piccole scoperte nel Parco della Majella

majella

Chi soggiorna a La Reserve Spa e Resort di Caramanico Terme, luogo di benessere e centro termale esclusivo nella riserva naturale della Valle dell’Orfento, che dalle vette principali del Massiccio della Majella scende fino all’abitato, sa che deve fare anche movimento per stare bene.

Ecco perché Cristina, guida esperta e responsabile Accoglienza dell’hotel, è disponibile ad accompagnare gli ospiti lungo itinerari storici, artistici e naturalistici in questo angolo di Abruzzo, da conoscere e apprezzare per la sua bellezza e biodiversità.

La Reserve è attaccata alla frazione Santa Croce, poi divenuta tutt’uno con Caramanico, e da qui partiamo per arrivare in località Decontra, nome che significa “di fronte”, per indicare che questo minuscolo borgo si trova in faccia alla Majella.

Con Cristina scopriamo una piccola parte nel Parco Nazionale della Majella, il Parco del lupo, dell’orso, degli eremi e delle abbazie, la Montagna Sacra, che da sempre ispira religiosità e meditazione, cara al Papa Celestino V e agli eremiti; il Parco delle capanne in pietra a secco, e dei ben conservati centri storici dei comuni che ne fanno parte.

majella

La valle è percorsa da vari sentieri e mulattiere disseminate da croci, simbolo della fede degli abitanti, con punti di accesso posti su ambedue i versanti; dall’abitato di Caramanico Terme partono i due sentieri per il Ponte del Vallone e per le Scalelle, mentre a valle del paese si può accedere dal ponte sulla strada statale.

Nel Parco della Majella vivono la lontra europea, il falco pellegrino e crescono la piccola pianta carnivora Pinguicula fiorii, la faggeta e il pino mugo, specie rara, che arriva fino a 2400 m di altitudine. Dal 1980 sono stati reintrodotti cervi e caprioli, che hanno colonizzato tutto il versante occidentale del Parco.

L’Abruzzo, grazie alla particolare forma delle sue montagne, è sempre stato un luogo ideale per la nascita degli eremi, la maggior parte dei quali si trovano proprio nella Majella.

Pietro da Morrone, divenuto poi papa Celestino V, sin da giovane aveva una predilizione per l’ascetismo e la solitudine e nel 1239 si ritirò in una caverna sul Monte Morrone. Nel 1244 fondò un ordine, ramo dei benedettini, che fu denominato in seguito ordine celestiniano, la cui sede fu l’Eremo di Sant’Onofrio, da visitare come quello di San Giovanni.

Lungo il cammino sulla strada asfaltata, fortunatamente poco battuta, troviamo muretti in pietra secca e una fioritura spettacolare di ginestre, papaveri, cardi: la Majella era il paradiso degli erboristi per la biodiversità che tuttora qui si trova, oltre duemila specie botaniche, di cui molte endemiche.

In questa zona si coltivano patate, cereali, legumi, grano solina, varietà di frumento tenero molto antica con poco glutine, il cui impiego ideale è la preparazione del pane casereccio e della pasta fatta in casa, oltre a numerose varietà antiche di frutta.

Arrivati a Decontra, a 810 m di altitudine, si ammira un panorama spettacolare: il borgo si affaccia sulla valle soleggiata, sul Monte Morrone e sul Monte Amaro.

Un punto di ristoro che gode di buona è il ristorante Il Cervo (tel. +39 085 922272), e proseguendo troviamo una fonte di acqua fresca alla quale ci dissetiamo.

majella

Le case in pietra, molte delle quali sono disabitate, hanno un’architettura tipica e sono ben conservate. Le decorazioni delle finestre e delle porte sono in pietra bianca calcarea del luogo, e nel vicino comune di Lettomanopello ci sono ancora gli artigiani che la lavorano per statue, bassorilievi ed elementi d’arredo. Da vedere è poi la piccola chiesa, dove sono venerati Sant’Antonio Abate e San Vincenzo Ferreri.

Ma le possibilità di fare altre escursioni, trekking e attività nel Parco Nazionale della Majella sono davvero tante: Maya Ambiente è una cooperativa che da oltre vent’anni si occupa di turismo naturalistico, educazione ambientale ed escursionismo di questo magnifico territorio.

La Reserve

Via S. Croce, Caramanico Terme PE

Tel. +39 085 9239502/03

[email protected]

lareserve.it

Maya Ambiente

Centro Visitatori Valle dell’Orfento

Via del vivaio snc – Caramanico Terme PE

Tel. + 39 085 922343

[email protected]

majambiente.it

 

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente Vicepresidente della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto