Stefierre

Moda sostenibile e approccio etico ai materiali: ecco che cosa vuol dire secondo Stefania Riboni, creatrice del marchio Stefierre

stefierre

Sono Stefania e sono Stefierre, il che vuol dire che l’attività Stefierre è gestita interamente da me: faccio il disegno, la ricerca dei materiali, la confezione degli accessori. La confezione di tutti i capi che compongono la collezione, invece, è fatta sempre in Italia, attraverso dei laboratori.

Propongo il più possibile una moda Made in Italy di qualità, caratterizzato da un approccio etico ai materiali: quindi un recupero di tessuti che è alternativo rispetto a quello che fanno le altre aziende.

Moda sostenibile

stefierre

Tutti i tessuti con cui sono fatti gli abiti sono recuperati al 99% presso magazzini delle grandi aziende e sono rimanenze, cioè tessuti in disuso. Questo perché produrre e tingere tessuto inquina e ci sono Km di pezze in disuso che quindi possono essere recuperate.

Questa tendenza a usare materiali biologici, naturali, 100% lino, 100% cotone piuttosto che il bambù, mi viene dal fatto che non soltanto in quest’epoca stanno andando il biologico e l’etico, ma è necessario proporre un sistema diverso di approcciare i materiali alla produzione e al sistema moda.

Stefierre e l’ambiente

Io, tra l’altro, ho fatto parte di un’associazione che si occupa dell’ambiente e quindi la scelta non è così casuale: approccio quindi in maniera più etica, più pulita alla produzione.

Stefierre è caratterizzata in particolare da collezioni che sono limited edition e sono composte anche da capi unici, perché realizzati con un tessuto che basta soltanto per due capi. Quindi le persone che andranno a comprare quella gonna o quel cappotto avranno solo loro quella gonna o quel cappotto, oppure al massimo altre dieci persone.

Questa, secondo me, è la bellezza del mio prodotto, perché dà la possibilità a una donna dai 20 ai 40 anni di avere un capo che è unico, che la rende unica e che la caratterizza. E di approcciare lo shopping, nel momento in cui compra i miei capi, non in maniera bulimica, come tutti gli altri, ma in maniera più selezionata e con più criterio. Questa è la nuova moda!

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto