Sulla neve in Valle d’Aosta

valle d'aosta

Chamois, Rhêmes-Notre-Dame e Cogne: sono tre località montane della Valle d’Aosta immerse nella natura, tre gioielli eco-sostenibili e adatti a chi vuole stare bene, lontano dal traffico, dallo smog, nella pace e circondato dalla bellezza.

Chamois

valle d'aosta

Chamois

1815 metri di altitudine, è l’unico comune italiano non raggiungibile dalle automobili, un angolo di quiete adatto a tutti coloro che vogliono riscoprire i ritmi di un ambiente autentico. L’unico modo per raggiungere Chamois è, infatti, la Funivia Antey – Chamois: aperta tutto l’anno, dalle 7 alle 21, ha una corsa ogni mezz’ora e al quarto d’ora in presenza di almeno 15 persone.

L’inverno a Chamois è un paesaggio immacolato, dove regna il silenzio, si respira aria frizzante e il sole, grazie alla sua esposizione all’adret (mezzogiorno), risplende a lungo. Qui è possibile dedicarsi, in totale armonia con la natura, alle attività sportive invernali. Come lo sci di fondo con 2 anelli, ciascuno di km. 2,5, lungo il percorso verso La Magdeleine.

E ci sono anche tante mete da raggiungere con le racchette ai piedi, per camminare sulla neve fresca e godere del paesaggio e della scoperta degli abitanti del bosco. Come anche molti sono i percorsi pedonali, con scorci delle frazioni che portano indietro nel tempo, per piacevoli passeggiate a piedi. Per esempio, la camminata che da Corgnolaz conduce alla frazione Suis. Chamois offre anche 16 Km di piste di discesa e il 90% è dotato di impianto di innevamento programmato. E dall’abitato si sale ulteriormente in quota con le seggiovie: aperte durante la stagione invernale sono la Funivia Buisson-Chamois, la Chamois – Lago Lod, la Lago Lod – Teppa e la Teppa – Falinère.

Cogne

valle d'aosta

Cogne

Affacciata sul grande prato di Sant’Orso a 1.534 metri di altitudine, Cogne ha un’estesa rete di sentieri, percorsi pedonali sulla neve e itinerari per le racchette da neve per camminare nel Parco nazionale del Gran Paradiso. Con più di 70 km di piste per lo sci di fondo, è una delle grandi località valdostane dello sci nordico. Tra le importanti competizioni internazionali qui organizzate sono la Marcia Gran Paradiso e le varie edizioni della Coppa del Mondo di sci di fondo. Ma veniamo alla salutare camminata con le ciaspole, ve ne descriviamo una tra le tante possibili.

Da Cogne a Serve: itinerario sulla neve con le racchette

  • Difficoltà: E – Escursionistico
  • Periodo consigliato: dal 01/01 al 29/02
  • Partenza: Cogne: Gimillan (1788 mt.)
  • Arrivo: Serve (1923 mt.)
  • Dislivello: 135 m
  • Tempo andata: 1 ora
  • Tempo ritorno: 45 minuti

Si parte dall’estremità settentrionale del villaggio di Gimillan, procedendo sulla poderale innevata che in breve raggiunge una piccola edicola votiva: da questo punto si segue la pista a sinistra che risale il crinale sino a raggiungere il pianoro di Pian di Teppe. Da qui si procede a sinistra sino ad arrivare ai casolari di Serve. Il sentiero prosegue in direzione nord-ovest seguendo la pista sino al margine del bosco: qui si inverte la marcia e, calcando i lievi pendii innevati sotto Serve, ci si riporta verso Gimillan, ritornando al punto di partenza.

Rhêmes-Notre-Dame

valle d'aosta

Rhêmes-Notre-Dame

Rhêmes-Notre-Dame si trova a 1725 metri di altitudine nel Parco del Gran Paradiso, in una vasta conca prativa, cui fa da sfondo la particolare cima della Granta Parei. Il villaggio di ha mantenuto nel corso dei secoli la sua struttura architettonica tipicamente rurale. Nella frazione Chanavey si trova il Centro Visitatori del Parco per conoscerne il patrimonio naturalistico. In inverno gli sciatori hanno a disposizione bei tracciati per lo sci nordico e piste di discesa che si snodano tra i boschi.

Una piacevole escursione da affrontare tra fine inverno e inizio primavera con le condizioni ottimali del manto nevoso è quella che va da

Da Rhêmes-Notre-Dame al Rifugio Benevolo

valle d'aosta

Rhêmes-Notre-Dame

  • Difficoltà: E – Escursionistico
  • Periodo consigliato: dal 01/03 al 30/04
  • Partenza: Rhêmes-Notre-Dame: Pellaud (1810 mt.)
  • Arrivo: Rifugio Benevolo (2285 mt.)
  • Dislivello: 475 m
  • Tempo andata: 2 ore
  • Tempo ritorno: 1h30

Da Pellaud lungo la stradina che conduce a Thumel si costeggia la Doire de Rhêmes. Dopo circa 20 minuti di cammino, si raggiunge il parcheggio estivo e si prosegue sino a Thumel fino a imboccare il sentiero 13. In pochi minuti di salita si raggiunge il casotto dei guardaparco. Si passa sotto alcune rocce sino a collegrasi a un ampio terrazzamento: da qui si prosegue in piano sino a discendere verso l’alveo del Torrent de Barmaverain, superato il quale, si prosegue seguendo il sentiero estivo che risale a mezza costa il crinale, sino a raggiungere i ruderi di Barmaverain. Qui aspetta una splendida vista sulla Granta Parei. Si continua verso un breve pendio nevoso che costeggia le gole formate dalla Doire di Rhêmes (da fare con attenzione). Superata la pendenza si cammina fino ai pressi delle opere di presa della centralina idroelettica di Thumel.
L’itinerario prosegue ancora in leggera salita mentre lentamente appare il rifugio. Si attraversa la Doire de Rhêmes e si cammina sulla destra orografica a mezza costa sino a raggiungere i pianori sottostanti il rifugio. Dopo aver seguito una lunga traccia rettilinea ci si inserisce in un piccolo vallone, e in breve si raggiunge il Rifugio Benevolo.

Info:

lovechamois.it

cogneturismo.it

rhemesturismo.it

Info sulla Valle d’Aosta:

lovevda.it/it

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente Vicepresidente della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto