Tano Simonato e l’olio

tano simonato

“Chi viene a trovarmi mi chiede come mai ho la passione per l’olio extravergine di oliva, e allora ho pensato di raccogliere tutto in un libro”. È un signore dall’aria simpatica e molto amichevole, lo chef stellato, che ha scritto Tano Simonato: Passione Extravergine – Un viaggio nella mia cucina per rispondere agli affezionati clienti del suo Tano Passami l’olio, ai professionisti del settore, ai curiosi. “La passione è la mia vela, senza rimarrei fermo”.

Tano Simonato

La sua fiamma si accese per caso nel dicembre 1991 a Ceriale, in Liguria, dove la sua famiglia affittava la casa per la stagione estiva. Quell’anno erano andati presto a sceglierla e capitarono nel periodo del raccolto delle olive. In quell’occasione fu accompagnato a un frantoio, ed ecco la folgorazione: si trovava davanti a un mondo che l’affascinò e a un prodotto genuino e squisito, che lo indusse a ricercare e approfondire ancora di più, per scoprire tutto sull’olio, i suoi utilizzi, il colore, il sapore, le caratteristiche, le varietà di olive…

E poi l’esperienza portò Simonato a scegliere gli abbinamenti migliori. Leggero, medio, robusto: ogni piatto ha il suo particolare olio. Per cucinare lui usa oli del Garda o liguri per cotture brevi, toscani medi per la cottura di carni saporite, pugliesi, liguri o calabresi per friggere, e così via. Di conseguenza Tano ha eliminato ogni altro condimento, come burro e margarina, oli di semi e olio non extravergine di oliva, composto chimicamente e deleterio.

Tano Simonato: Passione extravergine è un viaggio nella sua vita, narrata attraverso fondamentali episodi della sua crescita, come uomo e come chef, intramezzandoli con le sue ricette, fotografate e descritte per chi le vuole riprodurre in cucina. È il percorso biografico e professionale che lo ha portato, attraverso molte avventure, alla stella Michelin.

tano simonato

“Tanti vogliono capire la mia filosofia e la mia passione, e io mi sono appassionato di cucina perché sono appassionato di olio extravergine. Cerco di migliorare la cucina con olio EVO perché è il condimento principe”.

E Tano continua: “Innovazione è prendere un piatto famoso e cercare di innovarlo. La creatività è quando si inventa di sana pianta un piatto, che deve sempre avere queste caratteristiche: sapidità, acidità e dolcezza, unita alla combinazione di diverse consistenze: morbidezza, masticabilità e croccantezza”. La sua cotoletta alla milanese, per esempio, è massaggiata con il miele, ha doppia impanatura, è fritta nell’olio EVO e la cottura termina in forno.

Ma Simonato non parla solo di tecnica ai fornelli, fornisce anche gli ingredienti del successo: ci vuole ricerca e creatività, impegno e capacità di captare stimoli esterni, anche in cucina. E per fare andare bene un’attività saper amministrare le spese del cibo e quelle generali, il rapporto con i fornitori che devono capire le necessità dello chef, con la propria brigata, saper accogliere i clienti, con i quali Tano scambia spesso quattro chiacchiere e instaura anche rapporti di amicizia.

tano simonato

Nel libro sono illustrate 31 sue ricette. “Ho cominciato a cucinare per necessità. Passione, credibilità, qualità devono essere nello chef, che è a capo della cucina”. Quando Tano crea un piatto, lo fa per divertire e nutrire. “Il ristorante è ristoro e aggregazione, luogo di incontro”. E aggiunge: “Per me essere chef è invitare gli ospiti a unirsi nel mio viaggio, avere l’opportunità di far loro scoprire il mio mondo, attraverso quello che propongo”. La sua milanesità, la sua simpatia e il suo calore, la sua semplicità, tutto attrae verso questo Cuoco stellato, ancora prima di assaggiare le sue specialità servite nel suo ristorante Tano passami l’olio.

Il riconoscimento più importante per Simonato? Quello di sua madre Giuditta quando, finalmente, si decise ad andarlo a trovare al suo ristorante: “Barlafus… tel set che te set vegnuu pròpri bravo”… (Buono a nulla (in senso affettuoso), lo sai che sei diventato proprio bravo).

E dopo aver assaggiato la sua vellutata di cavolfiore, cavolo cappuccio, baccalà mantecato e melograno, non possiamo che confermare.

Tano Simonato: Passione Extravergine –

Un viaggio nella mia cucina

Editore Mondadori Electa

Pagine 141, illustrato, rilegato

€ 16,90

Puoi acquistarlo direttamente qui:

Tano passami l’olio

Via Villoresi 16 angolo via Pastorelli, Milano

Chiuso la Domenica

Aperto solo a cena dalle 20 alle 23.30

Tel. +39 02 8394139

Mob. +39 392 2603777

[email protected]

tanopassamilolio.it

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

1 Comment

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *