Itinerario Costa degli Etruschi – Toscana

Trekking sensoriale d’inizio anno

costa degli etruschi

Terme, mare e dolci colline per un capodanno in Toscana.

Stiamo parlando della Costa degli Etruschi in val di Cornia, una terra con paesaggi ed emergenze naturali e culturali assai varie e poco conosciute, ma molto amata da chi pratica ecoturismo: quattro giorni di camminate tranquille, soste in pinete, spiagge, borghi medievali, oliveti, miniere, siti etruschi, castagneti.

Dal 29 dicembre al 2 gennaio 2012 la Cooperativa Walden, un gruppo di guide che organizza viaggi a piedi, propone un trekking per immergersi nella natura e incontrare altre culture nello spirito del turismo sostenibile e responsabile.

Durante i quattro giorni si dormirà presso affittacamere e agriturismi, la sera si gusteranno manicaretti cucinati con i prodotti del territorio.

Il viaggio a piedi inizia a PiombinoCi si dirige prima verso la Buca delle Fate e risalendo lungo la costa aspra di macchia e marosi si arriva a Populonia, città etrusca del cui splendore restano tracce nell’acropoli, nella necropoli, nell’area di lavorazione del ferro che qui affluiva dall’isola d’Elba.

Si scende poi verso l’incantevole golfo di Baratti, per proseguire quindi dentro le colline fino alla Torraccia, e da lì lungo la Via dei Cavalleggeri fino al Parco di Rimigliano, corridoio verde di lecci e pini, impreziosito nelle vicinanze del mare da un paesaggio costellato da dune di sabbia e macchia mediterranea.

Il giorno dopo, il cammino prosegue e si raggiunge Venturina per una sosta rigenerante alle sue terme, frequentate già nell’antichità. Qui passerete qualche ora in un percorso termale, per compiere i riti d’acqua ben augurali di fine anno.

Sauna, bagno turco, idromassaggio e poi di nuovo in cammino fino all’elegante Campiglia, borgo medievale dalle cui colline lo sguardo spazia sulle isole dell’Arcipelago Toscano e fino alla Corsica.

Il suo centro storico è ricco di monumenti che valgono una visita: la Pieve romanica di S. Giovanni e la Rocca del XII° secolo, la chiesa di S. Lorenzo del XIII° secolo e il suo suggestivo Museo di Arte Sacra.

Il giorno successivo si parte per un’escursione nel Parco Archeominerario di San Silvestro, con visita alle miniere, alle cave e alla Rocca del Palmento, castello edificato dai della Gherardesca, attorno al quale si attorcigliò un paese di minatori in pieno medioevo.

L’indomani da Campiglia, attraverso castagneti e poderi, seguirete il crinale panoramico sulla costa e sulla Val di Cornia, prima raggiungendo Monte Calvi e poi il borgo medievale di Sassetta, un piccolo comune della provincia di Livorno di circa 600 abitanti, una volta importante castello della repubblica Pisana.

E proprio a Sassetta si concluderà il viaggio sensoriale: tatto, gusto, vista, udito e olfatto saranno ricompensati e rinnovati in questa speciale esperienza!

Pro Niente iPod e cellulare spento durante il cammino.

Contro Camminata con alcune tappe lunghe e qualche bella salita, adatta a chi è già un po’ allenato al trekking.

Plus Fiume, terme e mare: l’acqua è il fil rouge di questo viaggio purificatore d’inizio anno.

www.waldenviaggiapiedi.it

info@waldenviaggiapiedi.it

Tel. 051 6264172

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente nel consiglio direttivo della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto