Un festival Fra-le-Mura

framura

FraleMura Festival

Conoscete Framura? Un piccolo borgo della riviera ligure di levante, vicino Portofino e alle Cinque Terre, a picco sul mare. Appena 500 abitanti, case dai colori tipici, un porticciolo e piccole cale. I sentieri nei dintorni sono un invito per chi ama camminare e fare mountain bike. Da vedere e da sperimentare.

E poi qui si terrà per il terzo anno, dal 27 al 29 luglio, FRAleMURA Festival, ideato dall’associazione Drago Verde, in collaborazione con il Comune di Framura (La Spezia) e, da quest’anno, con il patrocinio della Regione Liguria. Tra teatro, musica e informazione, tre giorni di eventi immersi nella quiete dell’antico borgo medievale, a picco sul mare.

Un Festival di Resistenza Culturale organizzato da Livia Grossi*, giornalista del Corriere della Sera che firma come ogni anno la direzione artistica: “Questo Festival nasce dall’amore per questo luogo, un borgo medievale fatto di silenzio, bellezza e natura, la mia oasi di pace dove mi rifugio appena posso, a due passi dalle Cinque Terre. Un angolo incantato, tra giardini a picco sul mare, muretti a secco, gatti e niente macchine. FraleMura Festival nasce da qui, dal desiderio di restituire il grande regalo che questa magica terra mi sta facendo da oltre 10 anni. E il pubblico sente e apprezza, lo scorso anno abbiamo avuto 600 spettatori in tre giorni”.

“Gli artisti dormono nelle case delle persone che li ospitano, non si ‘esibiscono’, ma vivono nel borgo prima e dopo lo spettacolo; non vanno in scena, ma s’incontrano con il pubblico. Nessun palco, nessun microfono, né piantane con luci, tutto è in acustico, dal vero, in un meraviglioso e intimo palcoscenico naturale, in viva voce, a quattr’occhi negli orti”. L’atmosfera del Festival è intima, “Non mi interessano le grandi platee e i grossi nomi, ma il rapporto vero tra le persone e la Comunicazione, un regalo che non si compra”.

Tutti gli spettacoli sono a ingresso libero

framura

FraleMura Festival

Qui un accenno del programma:

27 luglio

Il primo appuntamento è alle ore 19.30, presso la Frazione SETTA con l’Aperitivo Musicale di Raffaele Kohler Swing Band

Ore 21, Frazione SETTA, cortile di Casella: ”Cara Senatrice Merlin”, lettura scenica di Elena Arvigo.

28 luglio

Ore 19.30 Frazione SETTA. Aperitivo musicale Rock’n’Roll con Raffaele Kohler (tromba) e Alessandro Sicardi, chitarra e voce.

Ore 21 SETTA. Antico Cortile Casella. Teatro-Informazione: “Quando mi sono sentito l’Altro. Storie di quotidiana diversità”, reading con Livia Grossi e i neo cronisti di “Giornale Parlato”.

Ore 22 SETTA. Antico Cortile Casella. “Una Quasi Eternità”, lettura scenica di Tommaso Rossi (drammaturgia) e dell’attrice Emanuela Villagrossi

29 luglio

Ore 19.30 Frazione COSTA. Bar “Da Silvia”: Aperitivo musicale con Luciano Macchia Crooner, musiche di Renato Carosone.

Ore 21 Teatro Antico Ravecca-Asilo parrocchiale: “Attraversando il bosco oscuro”, lo spettacolo di parole, suoni e ombre tratto da “Hänsel e Gretel” dei Fratelli Grimm, con Geppina Sica e Benedetta Frigerio. Età consigliata 4-10 anni.

Ogni giorno dalle ore 14 alle 16, nella Rotonda dei giochi di Setta Laboratorio di Giocoteatro per bambini condotto da Laura Bellomi.

Info:

IAT di Framura (Sp)

Tel. +39 018 7810522 dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 19

facebook.com

*Livia Grossi si occupa di teatro e cultura per il Corriere della Sera. L’amore per i viaggi l’ha portata a realizzare alcuni reportage in diversi parti del mondo. Da qualche tempo i servizi realizzati in Africa, Albania e Sud America sono diventati “reportage teatrali”: o meglio pagine di “ Giornale Parlato”, una forma di giornalismo detto in scena, come se il palco fosse una pagina di un magazine, con contributi fotografici, interviste in video, musica dal vivo e la giornalista che “legge il pezzo” guardando negli occhi il lettore.

Le sue pagine di giornalismo live, ”Nonostante voi. Storie di donne coraggio” e “ Ricchi di cosa, poveri di cosa?”, viaggio- inchiesta tra Burkina Faso e Senegal, sono stati in scena in diversi teatri, dal Lac Lugano Arte Cultura al Teatro Franco Parenti (quest’anno in stagione con loro produzione), al Suq Festival di Genova, al Centro Culturale Francese di Milano, Bookcity, al Teatro No’hma di Livia Pomodoro, al San Filippo Neri di Bologna, al Festival Internazionale di Asti diretto da Pippo Delbono, e al Festival internazionale “We World” al Pavillon Unicredit di Milano per la giornata internazionale contro la violenza alle donne. Del suo modo nuovo di fare informazione ne ha parlato Rai Tg3,Corriere della Sera e Repubblica.

 

 

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto