Unesco: Parma città creativa per la gastronomia

parma

Parma è stata ufficialmente proclamata, lo scorso dicembre, “città creativa per la gastronomia”: un prestigioso riconoscimento che l’Unesco assegna a quelle città che dimostrano doti uniche nella creatività agroalimentare.

Vuol anche dire che l’Unesco riconosce il cibo come il simbolo di una comunità, come parte della sua identità e della sua creatività e, sebbene i prodotti italiani siano imitati nel mondo, rimangono sempre unici e irripetibili.

Lanciato nel 2004, il Creative Cities Network dell’Unesco accoglie le città che sono particolarmente attive e degne in questi sette campi creativi: artigianato e arte popolare, arte digitale, design, cinema (in Italia Roma), gastronomia, letteratura e musica.

Attualmente sono incluse 116 città in tutto il mondo con l’intento di promuovere la cooperazione internazionale con e tra le città aderenti, di fare della creatività un motore per lo sviluppo urbano sostenibile, l’inclusione sociale e l’influenza culturale.

Entrando a far parte della rete, le città si impegnano, infatti, a collaborare e sviluppare partnership per promuovere la creatività e le industrie culturali, per condividere le migliori pratiche, rafforzare la partecipazione alla vita culturale e integrare la cultura nei piani di sviluppo economico e sociale.

parma

parmigiano reggiano

E Parma vanta una serie eccellenze gastronomiche famose in tutto il mondo: Parmigiano Reggiano, prosciutto crudo di Parma, culatello di Zibello, cappelletti, funghi di Borgotaro, salame Felino, spalla cotta di San Secondo, torta fritta, trippa alla parmigina, vecia… senza dimenticare il vino Fortana del Taro Igt.

Ma ha anche una rete di aziende e di consorzi di produttori che collaborano e fanno squadra.

Non a caso Parma è stata scelta come sede dell’Autorità Alimentare Europea EFSA e a Colorno, in provincia, c’è la Scuola internazionale di cucina ALMA, oltre a parecchi musei dedicati al cibo che lo raccontano, illustrandone anche l’economia e la cultura locale e consentendone la degustazione e l’acquisto.

Parma fa parte della Food Valley dell’Emilia Romagna, della quale trovate un elenco dei prodotti tipici a questo link.

RedazioneEcoturismonline@ecoturismonline.it'

Author: Redazione Ecoturismonline

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto