Vieni a trovarmi… a Cernobbio

villa bernasconi

“Ho delle storie da raccontarti”: è questo l’invito di Villa Bernasconi che dal 26 novembre apre ai visitatori. Costruita nel 1906, quando il Cavaliere Davide Bernasconi, imprenditore di tessiture seriche, la volle ai margini dell’area industriale di Cernobbio, la villa fu affidata all’architetto Alfredo Campanini che la curò nei minimi dettagli in stile liberty, una magnificenza che ancora oggi ritroviamo.

La novità, oltre alla sua apertura al pubblico, sta nel fatto che è la villa stessa che si racconta e conduce i visitatori alla scoperta della sua storia, con un percorso innovativo e interattivo tra contenuti multimediali, oggetti e documenti storici presi in prestito.

Con il contributo del Comune, la Pinacoteca di Como, il Museo della Seta, l’Associazione culturale Arte&Arte, i Fondi europei, quelli della Regione e della Fondazione Cariplo e molti altri attori, la struttura si apre di nuovo alla città e al territorio, diventando un “museo aperto, un museo contenitore”, come l’ha definita il sindaco di Cernobbio, Paolo Furgoni.

villa bernasconi

Nella hall si trova un’installazione di arte contemporanea, Iridescence Print, di Gramazio Kohler Reserach.

Al piano rialzato la villa racconta il contesto storico artistico e culturale dell’epoca, a quello superiore la storia dell’imprenditore, della sua famiglia e dell’azienda che aveva fondato, le Tessiture Bernasconi, che impiegava solo in loco, nel periodo di massima espansione, circa 2.000 persone.

Il museo è il fulcro di Liberty Tutti, progetto del Comune in partenariato con la Cooperativa Sociale Mondovisione per creare un modello di gestione che valorizza il lavoro dei giovani, sia in termini creativi sia per quanto riguarda la professionalità. Ed è stata sviluppata un’App per gli itinerari del liberty a Como e a Brunate e un chatbot su Facebook per dialogare con la villa.

Una nota interessante: la giornata della presentazione per la stampa è stata preparata dai ragazzi del Liceo Scientifico Giovio di Como che, per il progetto di Alternanza Scuola Lavoro, hanno suonato musica jazz e swing, fotografato e recitato i testi scritti da loro stessi, facendo sì che la villa si raccontasse ai visitatori. Il risultato è stato eccezionale.

Il museo partecipa al progetto Como Magic Light Festival, sarà illuminato dal 25 novembre al 7 gennaio e avrà eventi collaterali, dalla notte alle domeniche in villa, dai radio-racconti al concerto teatrale.

Il grazioso bistrot nel Parco di Villa Bernasconi, Anagramma, è anche infopoint di informazioni e accoglienza turistica del Comune di Cernobbio.

Museo Villa Bernasconi

Largo Campanini 2, Cernobbio
tel.+39 031 3347209
[email protected]
orari: dal lunedì al venerdì 14-18 | sabato, domenica 10-18

biglietti: 8€ intero – 5€ ridotto
gratis under 14 e over 75

villabernasconi.eu

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Mi piace andare lontano, prima di tutto con la mente, proiettando nel futuro idee e progetti, e poi con le mie gambe, che mi permettono di fare parecchia strada, in ogni condizione.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *