Villa Calluna – Trentino Alto Adige

Buen retiro in Valle Aurina

villa calluna

Chi costruisce deve essere lungimirante nell’interesse proprio, dei propri figli e dell’ambiente. Consumo energetico, inquinamento ambientale, sollecitazioni statiche dovute a intemperie ed eventi geologici: sono tutti fattori da considerare con la massima attenzione.

Carmen Haidacher, la proprietaria di Villa CallunaCampo Tures, in Alto Adige, è stata lungimirante quando ha dato il via alla costruzione del suo residence esclusivo.

Una preziosa eredità

Carmen si è sempre sentita cittadina del mondo. Assetata di cultura e con la voglia di imparare le lingue, a 17 anni va in America. Mentre frequenta l’università, viaggia anche in Europa e poco a poco la passione innata per il turismo si trasforma in professione.

Quando ritorna a Campo Tures, ristruttura la pensione Erika ereditata dalla nonna Olga, realizzandoil residence Villa Calluna come Casa Clima B, ovvero con un fabbisogno energetico inferiore di 50 kWh/m² all’anno.

La struttura utilizza l’energia fornita dal teleriscaldamento, a basso impatto ambientale, ed è fornita di pannelli solari (tetto direzione sud).

Villa Calluna ha un elevato livello d’isolamento termico, le tecnologie di un’edilizia compatta e la capacità di convogliare al suo interno due risorse naturali come calore e luce. Inoltre, ha un notevole isolamento acustico e un alto comfort abitativo.

I nove appartamenti hanno pavimenti in rovere, arredi realizzati con legni originali antichi, tessuti naturali. Nei bagni e nello spazio benessere è stato scelto l’intonaco in argilla per il suo pregio estetico e come regolatore dell’umidità.

Nella lounge d’ingresso, dove si può gustare la prima colazione, si trovano una stufa contadina in muratura e un’originale piantana realizzata con vecchi sci.

Tra torrente e cascate

Nell’area relax spettacolari panorami delle montagne circostanti, che sembra di toccare con mano, sono proiettati su uno schermo gigante. La grande piscina coperta è alimentata con acqua sorgiva della Valle Aurina e ci sono bio sauna, bagno turco, doccia aromatica e spazi all’aperto.

Il giardino alpino offre un accesso diretto alla passeggiata contemplativa che costeggia il Torrente Aurino e al sentiero naturalistico. Dal giardino parte anche il percorso che si snoda lungo i corsi d’acqua delle cascate di Riva, ideale per chi ama la botanica e la filosofia Kneipp.

Carmen Haidacher propone agli ospiti di Villa Calluna una vacanza speciale all’insegna dell’attività fisica: fino a fine ottobre, si organizzano settimanalmente escursioni in bicicletta, passeggiate alla scoperta delle erbe alpine e scalate in montagna.

Le due aree sciistiche di Monte Chiusetta e Monte Spicco sono per tutti i livelli di preparazione e di abilità, inoltre ci sono piste per sci di fondo, piste da slitta, tracciati per lo sci alpinismo e avvincenti torri per l’arrampicata su ghiaccio artificiale.

In pochi minuti di automobile si raggiunge Plan de Corones, il più grande comprensorio sciistico dell’Alto Adige con collegamento diretto al tour del Sellaronda, fantastico giro attorno al massiccio del Sella.

Pro Sono le persone che fanno la differenza: Carmen Haidacher ha passione ed entusiasmo per il proprio lavoro.

Contro Gli animali non sono ammessi nel residence. L’utilizzo di lavatrice, ferro e asse da stiro sono un servizio a pagamento.

Plus Nel 2008 Campo Tures è stata insignita del premio europeo per il rinnovo dei centri abitati, seguito nel 2009 dal premio Climate Star per il suo stile di vita orientato alla sostenibilità e l’impegno profuso in ambito sociale e ambientale.

Residence Villa Calluna

Via Dott. Daimer 23

Campo Tures BZ

Tel. +39 0474 678038

[email protected]

villacalluna.com

Verifica la disponibilità in questa bella eco-struttura:

booking.com/residence-villa-calluna

Author: Maddalena Stendardi

Giornalista, ho iniziato a lavorare nelle riviste di viaggio molti anni fa, ed è stato subito amore! Mi sono poi interessata di benessere ed ecologia e ho sommato queste passioni nella mia creatura: Ecoturismonline. Sono attualmente Vicepresidente della NEOS, associazione italiana di giornalisti di viaggio.

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto